John Elkann, presidente di Exor, parlando in una conferenza stampa che introduce l’investor day della holding che detiene il pacchetto di maggioranza (il 63,77% delle azioni) della Juventus si è espresso riguardo all’inchiesta sulle plusvalenze che da venerdì ha coinvolto i bianconeri.
"Sulle indagini in corso la società ha già comunicato, collabora con gli inquirenti e confida di far luce. Io sono fiducioso nell’operato della magistratura italiana. Sapete che la Juventus ha un nuovo cda, un nuovo a.d., un nuovo allenatore, che con il presidente e vice presidente stanno affrontano i momenti di difficoltà”.
CLASSIFICA | CALENDARIO | MARCATORI | NOTIZIE
Serie A
"Sistema calcio malato", non solo la Juve, altri 5 club coinvolti?
30/11/2021 A 08:22
A due domande riguardo al futuro di Andrea Agnelli, mai così chiacchierato come in questi giorni, per due volte Elkann ha risposto in maniera indiretta, evidenziando da un lato i grandi cambiamenti recenti alla guida del club (il nuovo cda e l’ingresso nei ranghi dirigenziali del nuovo a.d. Arrivabene) sia il ruolo di presidente e vicepresidente: “Io sono convinto che il futuro della Juve sia altrettanto importante come il suo passato, che la Juve sia una grande società e ci siano tutte le intenzioni perché rimanga tale. Il nuovo consiglio, con il presidente e il vice presidente affronteranno il momento di difficoltà”.

Agnelli, frecciata a Ronaldo: “La Juventus è più grande di chiunque”

"CR7? Operazione importante non ho altro da aggiungere"

Elkann ha anche risposto in maniera stringata anche a chi gli chiedeva se a posteriori, rifarebbe l'operazione Cristiano Ronaldo:
"Se lo rifarei? E’ stata una importante operazione, credo non ci sia altro da aggiungere rispetto a quanto vissuto. Poi conosciamo tutti il contesto che il calcio e la Juve hanno vissuto. Questo ha creato difficoltà di giocare, avere più pubblico e più adesione. La storia della Juve è più che centenaria, nello sport è importante guardare la competitività. Si tratta di conciliare parametri sportivi ed economici. C’è poi una domanda a cui rispondere sul calcio, l’unico sport in cui il regolatore e il gestore sono un tutt’uno".
Una chiusura che si ricollega alle recenti battaglie in campo europeo che il numero uno della Juventus, Andrea Agnelli, ha fatto contro l'UEFA e a favore della Superlega.

Agnelli: "Il fatturato è vanità, serve il profitto: cash is King!"

Serie A
Juve-plusvalenze, i PM: "Inchiesta chiusa, ne emerge un sistema malato"
29/11/2021 A 22:37
Serie A
Sassuolo-Milan, ora anche i biglietti falsi: la denuncia dei neroverdi
40 MINUTI FA