Il durissimo sfogo di Paolo Maldini nei confronti della proprietà del Milan potrebbero avere conseguenze pesanti per il direttore dell'area tecnica rossonera. Secondo il Corriere della Sera, infatti, il rinnovo di contratto dell'ex capitano non è più così scontato. Come riporta il quotidiano milanese, se da un lato Elliott ha preferito mantenere la linea del silenzio e non commentare le dichiarazioni di Maldini, dall'altro i nuovi acquirenti di RedBird non avrebbero particolarmente gradito la sua uscita.
Il dt del Milan, in particolare, aveva rivolto due pesanti critiche al club: una relativa al mancato rinnovo del suo contratto e di quello del direttore sportivo Frederic Massara, l'altra alla poca chiarezza sulle strategie di mercato per rinforzare la squadra. Sempre secondo il Corriere, nel bersaglio di Maldini ci sarebbero entrambe le proprietà: quella attuale (che non ha contattato né lui né Massara per discutere del rinnovo), ma anche quella che si deve ancora insediare e che non l'ha ancora coinvolto nel progetto. L'ex capitano non avrebbe comunque intenzione né di porre ultimatum, né di andare alla rottura ma è evidente che le sue parole potrebbero essere interpretate in tal senso dai nuovi acquirenti.
Serie A
Diritti tv: Inter regina del campionato, ma che distanza dalla Premier
IERI A 09:27

Scudetto Milan, anche Silvio Berlusconi festeggia in Duomo coi tifosi

Serie A
Galliani: "Se il Monza si salva rifaremo lo stadio"
27/06/2022 A 12:11
Serie A
UEFA: svelati contributi ai club per le convocazioni in nazionale
27/06/2022 A 10:07