Mancava l’ufficialità, nella tarda mattinata di oggi è arrivata anche l’atteso benestare del Ministero della Salute che ha espresso parere favorevole alla circolare con il nuovo protocollo Covid per lo sport. Con questo provvedimento, finalmente dopo gli incontri tra Governo, CTS e federazioni sportive, d’ora in avanti ci sarà un’unica procedura, senza il rischio di decisioni diverse da parte delle ASL dislocate in diversi territori o regioni.

A chi si rivolge il protocollo e come cambiano le cose nel calcio

Nella circolare si precisa che le misure "trovano applicazione nelle competizioni professionistiche e nei massimi campionati dilettantistici, salvo previsioni più restrittive decise dagli Organismi sportivi competenti". Nel nuovo protocollo Covid per gli sport, è stato stabilito che con il 35% del gruppo squadra positivo si procede allo stop degli atleti con rinvio del match. La percentuale va calcolata sulla rosa e varia di sport in sport.
Serie A
Covid: ecco il nuovo protocollo per limitare le Asl
12/01/2022 A 09:44

Allianz Stadium deserto per Juventus-Napoli con i giocatori della squadra di Gattuso che non si sono presentati - Serie A 2020/2021 - Getty Images

Credit Foto Getty Images

In ambito calcio, la Figc, che ha confermato che in Serie A, B e C il numero del gruppo squadra è identificabile in 25 elementi. Dunque con 9 calciatori sui 25 la squadra viene fermata e la partita sospesa. La Figc tiene anche a precisare che la lista contentente l’elenco dei componenti del 'Gruppo Atleti' dovrà essere inviata via Pec dalla società alla lega competente prima del successivo match ufficiale e potrà essere variata, nel rispetto dei regolamenti e con le modalità stabilite da ciascuna Lega, solo per quanto riguarda i nominativi componenti la stessa.

Classifiche e risultati

Serie A 2021-2022, la classifica aggiornata | Serie A 2021-2022, calendario e risultati | Serie A 2021-2022, la classifica marcatori aggiornata

Tamponi e test pre-gara, le altre cose da sapere

Come succede già oggi, il protocollo prevede che i soggetti positivi debbano essere "messi in isolamento, monitorati, controllati e sorvegliati con tamponi molecolari e/o antigenici, nel rispetto dei criteri definiti dal ministero della Salute. I contatti ad alto rischio dovranno essere monitorati per almeno 5 giorni e avranno l’obbligo di indossare la mascherina FFP2 in tutti i contesti in cui non si effettua attività sportiva, indipendentemente dallo stato vaccinale.

Stanislav Lobotka con la mascherina FFP2 durante il riscaldamento all'Allianz Stadium di Torino, Getty Images

Credit Foto Getty Images

Ai contatti a basso rischio (soggetti che entrano in contatto con il Gruppo Squadra anche in maniera non continuativa) "si applicano le misure previste dalle indicazioni ministeriali, anche in relazione allo stato vaccinale. Anche a costoro si raccomando l’utilizzo della FFP2. Il protocollo si applica indipendentemente dallo stato vaccinale. Per scendere in campo sarà comunque necessario, risultare negativi a un test antigenico, quattro ore prima dello start della gara.

Spalletti: "Siamo nella tempesta tra infortuni e Covid"

Serie A
Pioli, festa con giallo: rubata in campo la medaglia dello Scudetto
4 ORE FA
Serie A
Venezia-Cagliari 0-0, pagelle: Deiola e Ceppitelli disastrosi
4 ORE FA