Sarà una stagione infinita la prossima di Serie A che si accinge a prendere il via già da venerdì, quando saranno rese ufficiale le date del prossimo campionato. Un campionato che si prospetta come un unicum nel suo genere: dalla partenza precoce al finale super ritardato, in mezzo una pausa maxi per il mondiale. Intanto i primi numeri: partenza sabato 13 agosto 2022, finale il 4 giugno 2023.
Covid escluso, fra i campionati dal 2000 a oggi, solo una volta si è andati così lunghi. Era la stagione 2000/01 e la conclusione delle Olimpiadi di Sydney fece slittare un po’ la partenza. Morale, si concluse con la Roma campione d’Italia addirittura al 17 giugno. Quest’anno niente Olimpiadi ma, appunto, un Mondiale di mezzo.

Avvio lunghissimo: per un tesserato delle big, 23 partite

Calciomercato
Zaniolo-Juventus, ci siamo: ecco l'accordo con la Roma
5 ORE FA
Un Mondiale che stravolge tutto perché in una versione invernale non si era mai visto. E qui iniziano i paradossi di una stagione che per alcuni potrebbe addirittura diventare folle. Partiamo in questo caso dai dati. Prima della spedizione – per gli altri – in Qatar, si disputeranno 15 partire. Lo scorso anno, a quel punto del torneo, se n’erano giocate 12, ossia tre in meno. Qui dentro bisogna infilarci le coppe europee. Traduzione per un giocatore di Milan, Inter, Napoli o Juventus? Se fosse anche convocato in nazionale, da metà agosto a fine novembre potrebbe ritrovarsi ad aver giocato 23 partite: 15 in A, 6 in Champions, 2 in Nazionale.

Sandro Tonali of AC Milan

Credit Foto Getty Images

Potenziale follia per un tesserato Fiorentina: 75 partite

Ma non solo. C’è l’esempio potenziale della Fiorentina, la squadra che inizierà per prima in Europa con il lungo cammino – l’abbiamo visto con la Roma – in Conference League. Supponiamo che il tesserato della Viola sia anche un giocatore che vada ai Mondiali, tra club e Nazionale potrebbe dover affrontare in un’intera stagione la folle cifra di 75 partite! Così suddivise: 38 di A, 17 in Conference, 5 in Coppa Italia e 15 in Nazionale (tra amichevoli, Mondiali, Nations e qualificazioni europee). E’ una forzatura di massima ovviamente, con la Fiorentina in fondo sia in Conference che in Coppa Italia, ma comunque un’opzione non impossibile.

La festa dei giocatori della Fiorentina al termine di Fiorentina-Juventus - Serie A 2021-22

Credit Foto Imago

4 partite a mercato aperto, maxi pausa invernale per gli italiani

Nel mezzo, certo, per gli italiani soprattutto, la pausa mondiale. Un buco importante per gli Azzurri, qualcosa da gestire per tutti gli stranieri, che avranno una piccola striscia di vacanza. Si riparte il 4 gennaio con il bis sul 7-8. Le altre grandi incognite sono poi quelle legate al mercato. Con la chiusura estiva al 1° settembre, di fatto i club si troveranno a giocare ben 4 giornate a mercato aperto. Non sono poche. Così come da non dimenticare sarà la non simmetria del calendario, introdotta la scorsa stagione. L’andata non seguirà il ritorno, ma sarà a nuovo sorteggio, esattamente come in Premier League e come già sperimentato lo scorso anno. Ci saranno dei paletti su alcuni scontri e sui derby, ma questi verranno ufficializzati solo al momento del sorteggio o poche ore prima. Appuntamento dunque a venerdì 24 alle ore 12:00 – diretta sul canale Youtube della Lega Serie A, oltre che su Dazn – per scoprire tutti gli ulteriori dettagli di una stagione che in qualche modo resterà unica nel suo genere.

Pioli show a Casa Milan: ringrazia i tifosi e canta Pupo

Calciomercato
Juventus, si apre l'asta per de Ligt: è sfida tra Bayern e Chelsea
7 ORE FA
Calciomercato
Ufficiale: Mandragora alla Fiorentina a titolo definitivo
7 ORE FA