Archiviata la trasferta vincente di Genova, il Milan si prepara ad ospitare la Salernitana a San Siro. L'ambiente rossonero è ovviamente scosso dal grave infortunio di Simon Kjaer che si aggiunge a quelli di Calabria, Rebic e Giroud. Ecco le parole di Stefano Pioli nella consueta conferenza della vigilia:
"Abbiamo vissuto l'infortunio con grande sconforto, conosco lo spessore di Kjaer e la sua presenza all'interno della squadra, siamo molto vicini a Simon, preoccupati per la sua situazione ma tornerá al meglio. Se ci sarà la conferma che il suo stop sarà lungo ci potrebbe essere bisogno di un intervento per migliorare la squadra. Se ci fosse bisogno la società si farà trovare pronta".

Sugli altri infortunati

Serie A
Pioli: "Mercato? Non cambiamo tanto per cambiare"
18 ORE FA
"Recuperato Bennacer, oggi si è allenato, quello più avanti tra gli infortunati è Castillejo, presto tornerà ad allenarsi con noi. Calabria, Giroud e Rebic stanno meglio".

Sulla Salernitana

"Non si penserà al Liverpool fino a domani sera. E' un momento troppo importante per distrarsi. La Juve ha vinto con la Salernitana, superandola con difficoltà. Domani è importante per dare continuità. L'avversario è difficile, molto fastidioso. Ho un bel ricordo di Salerno, era la mia prima esperienza da allenatore di prima squadra. Mi sono trovato bene, è un bell'ambiente".

Su Leao e Pellegri

"Leao? Il percorso è giusto, lui ha voglia di migliorare. Deve avere maggiore presenza e cattiveria in area di rigore, deve giocare con convinzione e forza. Deve attaccare di più la porta. Pellegri può giocare titolare? E' a disposizione e sta bene, così come Ibra. Poi vedremo chi partirà dall'inizio".

Su Kalulu

"Kalulu ha personalità, deve migliorare tanto, soprattutto a livello di posizione. Il fatto che possa giocare in due ruoli è davvero importante. Ricordiamoci che ha iniziato a giocare in prima squadra col Milan".

Sul calendario congestionato

"Poco riposo? Abbiamo fatto l'abitudine a questi incontri ravvicinati. I tempi sono sempre corti ma abbiamo avuto la possibilità di recuperare e studiare le energie. E' difficile organizzare un calendario diverso, ma è evidente che si gioca troppo. Si torna di notte da una trasferta e poi si gioca dopo due giorni. Si parla tanto di turnover, per me i giocatori sono tutti titolari, ma è normale ogni tanto far rifiatare qualcuno. Difficile trovare una soluzione ma che si giochi tanto è sotto gli occhi di tutti. Ogni squadra ha qualche infortunato".

Pioli: "Messias è da Milan, non è qui per caso"

Serie A
Salernitana-Lazio 0-3, pagelle: SMS pazzesco, Luis Alberto è ovunque
IERI A 19:30
Serie A
No contest a Salerno: la Lazio domina e vince per 3-0
IERI A 16:29