Si avvicina la sfida del Napoli con il Torino e mister Luiciano Spalletti può tirare un sospiro di sollievo: alcuni degli infortunati stanno meglio.
"Mertens? L'ho visto molto bene - dice - Si è messo definitivamente alle spalle questo periodo e quindi si sente realmente nelle condizioni di far parte di questi sedici titolari che ci sono per partita. Noi continuiamo a dire che ci sono undici titolari, ma dobbiamo uniformarci: dopo le cinque sostituzioni i titolari non sono undici. E' così solo nelle menti di chi vuole cercare il dubbio. Ci sono i titolari dei 60 minuti, quelli dei 30 minuti, quelli dei 20 minuti, quelli dei 75 minuti. Hanno tutti la stessa importanza, chi comincia e chi entra dopo. Il Torino? Sono partite che possono crearci delle difficoltà, ma abbiamo la rosa per andare incontro ad un periodo difficile, ma ho recuperato anche elementi come Demme, Mertens, Lobotka, elementi per noi fondamentali".
Per la sfida, lo stadio Maradona avrà un'importante presenza di pubblico: "Noi vogliamo lasciarci contagiare da quest'amore, dobbiamo farlo nostro. Ci fa piacere vederli lì realmente. L'affetto per questi colori, il significato del Napoli per la città e i tifosi napoletani si percepiscono anche senza averli tutti davanti".
Europa League
Spalletti: "A Mosca per qualificarci, vogliamo chiuderla"
23/11/2021 A 16:17
I calendari stanno diventando sempre più incalzanti e anche spalletti ha un'opinione negativa in merito:
Le istituzioni devono pensarci bene, anche per dare un segnale di uniformità alle federazioni. In Spagna hanno fatto qualcosa di differente. E poi effettivamente spesso i calciatori che vanno in nazionale arrivano tardi nel club, per cui vanno fatte delle riflessioni perché è troppo alto il carico che ci danno per disputare al meglio i nostri campionati.
Infine, qual è il segreto per convolgere tutti i giocatori? "Io non ho segreti. Il mio segreto può essere quello di voler stare insieme a questi calciatori, di voler condividere molte ore della giornata insieme a loro e di alzarsi presto la mattina pensando a quello che è il tuo lavoro. A fine giornata bisogna rispondere a una domanda: sei contento di quello che hai fatto durante la giornata?".

Spalletti: "Io in campo? Dalla loro panchina ci prendevano in giro"

Serie A
Spalletti: "Non me ne frega del risultato, arrabbiato per l'atteggiamento"
21/11/2021 A 19:44
Serie A
L'Inter ha davvero un debito con Luciano Spalletti?
21/11/2021 A 10:11