"È fondamentale vaccinarsi. L'altro ieri in Serbia è morto un mio amico, 56 anni. Non si è voluto vaccinare, è andato in ospedale ed è morto”. L’Europa si confronta con la quarta ondata di Covid-19, l’Italia – nella giornata di ieri – ha varato nuove norme per contrastare un virus che continua a circolare e a far paura e la comunità scientifica e i governi sottolineano l’importanza di proseguire con le terze dosi di vaccino. Tra coloro che l’hanno ricevuta anche l'allenatore del Bologna Sinisa Mihajlovic - guarito due anni fa dalla leucemia grazie a un trapianto di midollo osseo - che ha voluto lanciare anche un appello per sensibilizzare tutti a vaccinarsi, portando anche come esempio la scomparsa di un suo caro amico serbo che ha pagato caro la sua scelta di non vaccinarsi.

L’appello di Mihajlovic: "Salvate la vita a voi e agli altri..."

Calcio
OK al Super Green Pass: cosa cambia per tifosi e sportivi
24/11/2021 A 20:55
"Io sono stato trapiantato, ho fatto la terza dose e adesso sto bene. Ognuno, purtroppo, dentro il suo nucleo familiare ha persone che conosce, esempi non positivi, non vaccinati. Quando è scoppiata questa pandemia e si parlava del vaccino non vedevamo l'ora di riuscire a farlo. Ora che c'è è davvero stupido non vaccinarsi, non riesco a capire: vaccinatevi, salvate la vita a voi e agli altri. Se vivi in una comunità e non ti vuoi far vaccinare, non è una cosa che riguarda solo te. Se non vaccinandoti danneggi anche gli altri, è una cosa egoista”.

Mihajlovic: "Ibra? A Sanremo ha cantato da schifo"

Serie A
Inzaghi: "Eravamo in emergenza ma nessuno se n'è accorto"
UN' ORA FA
Serie A
Mourinho non accetta domande giornalisti: "Potenziale offensivo nullo"
UN' ORA FA