Sassuolo-Salernitana, match valido per l'ottava giornata di Serie A, è terminato sul punteggio di 5-0, frutto delle reti di Laurienté, Pinamonti su rigore, Thorstvedt, Harroui e Antiste . La gara è stata arbitrata da Maria Sole Ferrieri Caputi, primo arbitro donna in Serie A. Con questo risultato il Sassuolo sale a 11 punti in classifica e scavalca la Salernitana che resta a quota 7.
Qui di seguito i voti ai protagonisti della partita per capire l'andamento della gara.
Serie A 2022-2023, la classifica aggiornata | Serie A 2022-2023, calendario e risultati | Serie A 2022-2023, la classifica marcatori aggiornata
Serie A
La prima in A di Ferrieri Caputi: debutto con rigore (e polemiche)
02/10/2022 ALLE 14:44

Le pagelle del Sassuolo

Andrea CONSIGLI 7: Una sicurezza. Arriva il quinto clean sheet stagionale per il portiere neroverde. Bravo e attento nelle uniche due azioni pericolose della Salernitana.
Jeremy TOLJAN 6.5: Guida la difesa con autorevolezza la difesa vincendo abbondantemente la sfida sia contro Mazzocchi che contro Dia.
Gianmarco FERRARI 6.5: Altra partita di grande spessore per il centrale. Marca a vista Piatek, la retroguardia neroverde si regge su di lui.
Martin ERLIC 6: Forma una discreta coppia centrale con Ferrari. Esce per infortunio (dal 67' Kaan AYHAN 6: partita ordinata, entra quando ormai la Salernitana ha smesso di crederci)
ROGERIO 6.5: Tiene a bada Candreva che non riesce mai ad entrare in partita. Ogni tanto si sgancia e tenta l'avventura in avanti. Brioso
Davide FRATTESI 6: Partita di sostanza per il centrocampista, impegnato a sorvegliare Vilhena. Ci riesce con profitto e quando viene sostituito non è contento (dal 80' Obiang S.V.)
Maxime LOPEZ 6.5: C'è un motivo se qualche big europea gli ha messo gli occhio addosso. In mezzo al campo è una diga e ha pure i piedi buoni per impostare. Dionisi non lo toglierebbe dal campo neanche sotto tortura. Prezioso
Kristian THORSTVEDT 6.5: Partita di grande caratura per il norvegese. Sfrutta la stazza finisca in mezzo al campo e dimostra di avere un sinistro al tritolo in occasione del gol. Scultoreo (dal 67' Abdou HARROUI 6.5: Entra e segna, si può chiedere di meglio? Bravo ad inserirsi per ricevere l'assist al bacio di Laurientié. Pienamente nell'ingranaggio)
Emil CEIDE 6: Suffienza per aver procurato il rigore, ma dei tre davanti è quello che soffre un po' di solitudine con il gioco che si sviluppa soprattutto dalla parte opposta alla sua (59' Janis ANTISTE 6: fino al gol non sembrava ancora pienamente addentro ai meccanismi del Sassuolo. Poi segna e allora il sei scatta automatico)
Andrea PINAMONTI 6: Ritrova il gol su rigore, il primo al Mapei Stadium, ma soffre per tutto il primo tempo toccandosi lo stomaco. Viene sostituito nell'intervallo (dal 46' Agustin ALVAREZ 6.6: il match winner della sfida contro il Torino stavolta entra in campo in versione assistman. Suo il tocco che sprigiona il sinistro di Thorstvedt)
Armand LAURIENTÉ 7.5: Fantallenatori sfregatevi le mani, è arrivato Laurienté! Migliore in campo per distacco, il francese ex Lorient non si ferma mai. Per tutta la partita lui è Zorro e i difensori della Salernitana tanti Sergenti Garcia. Le due "Z" arrivano con il gol dell'1-0 e l'assit per il 4-0 di Harroui. Imprendibile.
All. Alessio DIONISI 7.5: Voto alto per l'allenatore del Sassuolo. La sua squadra produce un gioco che si fa apprezzare. Il Sassuolo prende molti meno gol rispetto al passato e sembra aver ritrovato l'attacco. Dei 5 giocatori sostituiti, 2 vanno a segno. Non può essere un caso, più che fortuna questa è bravura.

Le pagelle della Salernitana

Luigi SEPE 6: Prende 5 gol ma non ha colpe su nessuno di essi. Intuisce l'angolo sul rigore di Pinamonti ma il tiro è troppo potente.
Dylan BRONN 4.5: Partita da dimenticare. In occasione del gol di Laurienté si limita ad osservare il destro del francese. Nicola lo cambia all'intervallo (46' Domagoj Bradaric 5.5: la situazione con lui in campo non migliora. Un paio di "sgasate" in avanti e poi l'anonimato)
Flavius DANILIUC 5: L'austriaco ha ancora tanto da imparare. Dopo Strefezza, anche Laurienté gli segna davanti con un tiro a giro.
Matteo LOVATO 6: Forse l'unico a salvarsi della retroguardia campana. Sta cercando di rirpendere il giusto ritmo dopo l'assenza prolungata per infortunio.
Pasquale MAZZOCCHI 5: Porta con orgoglio la fascia da capitano sul braccio ma non ha la solita verve. Toljan lo tiene a bada e lui non riesce ad incidere (81' Grigoris KASTANOS S.V.)

Antonio Candreva in Sassuolo-Salernitana

Credit Foto Getty Images

Antonio CANDREVA 4.5: Viene da chiedersi se fosse effettivamente in campo. Partita anonima, senza cross, senza brio. La Salernitana ha bisogno della sua spinta sulla fascia e lui deve ritrovarsi.
Lassana COULIBALY 5: Parte bene poi subisce la fisicità di Thorstvedt finendo per non riuscire a fare da filtro a centrocampo.
Giulio MAGGIORE 5: Partita negativa per l'ex Spezia. È sfortunato protagonista del contattto con Ceide che porta al calcio di rigore. Non sembra per niente al top e infatti Nicola ricorre al cambio già all'intervallo (46' Ivan RADOVANOVIC 5: in difficoltà come il resto dei compagni di difesa. Si fa sorprendere da Alvarez in occasione del 3-0)
Tonny VILHENA 4.5: Non certo quello apprezzato nelle ultime uscite. L'olandese viene tenuto a bada da Frateesi e Maxime Lopez. Si innervosisce dopo poco ed esce totalmente dalla partita fino al cambio (59' Federico BONAZZOLI 5.5: entra e prova a darsi da fare, scodella un cross per la testa di Piatek che però il polacco non converte in gol)
Boulaye DIA 5.5: Un paio di tiri e nulla più. Con una retroguardia attenta come quella del Sassuolo non riesce mai ad inserirsi tra le linee o a passare alle spalle dei difensori (81' Erik BOTHEIM S.V.)
Krzysztof PIATEK 5.5: Ci prova con il colpo di testa su cross di Bonazzoli: è l'unica azione degna nota di tutta la sua partita. Poco servito, abbisogna di più palloni per incidere
All.: Davide NICOLA 4.5: Si sgola per tutta la partita, effettua due cambi già all'intervallo ma le sorti della sfida non cambiano. Anzi, peggiorano fino alla manita. Urge una riflessione dopo una primissima parte di campionato nel quale la Salernitana ha sorpreso (vedi il pareggio strappato a Torino contro la Juve). La sensazione però è che, da quella partita in poi, la squadra si sia un po' adagiata, smettendo di crescere. Deve tornare ad essere più operaia e concreta. Le qualità ci sono, servono ritrovarle al più presto.

Tutte le maglie della nuova stagione della Serie A

Serie A
Manita Sassuolo: 5-0 alla Salernitana con un super Laurienté
02/10/2022 ALLE 12:45
Serie A
Monza-Salernitana 3-0, pagelle: Mota inarrestabile, pessimo Daniliuc
13/11/2022 ALLE 17:08