Fiorentina-Hellas Verona, partita valida per la 7a giornata di Serie A 2022-2023, è terminata sul punteggio di 2-0, frutto delle reti di Jonathan Ikoné e Nico Gonzalez. La gara è stata arbitrata da Antonio Rapuano di Rimini. In virtù di questo risultato la Fiorentina sale al decimo posto con 9 punti, mentre l'Hellas Verona resta inchiodato in quartultima posizione, con un solo punto di margine sulla zona-retrocessione.
Qui di seguito i voti ai protagonisti della partita per capire l'andamento della gara.
Serie A 2022-2023, la classifica aggiornata | Serie A 2022-2023, calendario e risultati | Serie A 2022-2023, la classifica marcatori aggiornata
Serie A
La Fiorentina risorge: 2-0 al Verona con Ikoné e Nico Gonzalez
18/09/2022 ALLE 12:50

Le pagelle della Fiorentina

Pietro TERRACCIANO 6.5 - Poco coinvolto, ma sempre sicuro tra i pali e in uscita. Decisivo nel finale su Kallon, salva il risultato con una parata da tre punti.
Lorenzo VENUTI 5.5 - Partita onesta, ma con qualche problema nel contenimento di Lazovic, come prevedibile.
Luca RANIERI 6 - Sotto osservazione nella difesa viola rivista, gioca una gara tranquilla e sicura. Certo, giova molto avere al fianco una versione ottima di Martinez Quarta.
Lucas Martinez QUARTA 7 - L'unico vero centrale rimasto a disposizione di Italiano gioca una partita solidissima, di grande personalità e con pochissime sbavature. Le sue uscite palla al piede fanno brillare gli occhi del pubblico del Franchi.
Cristiano BIRAGHI 5.5 - Il rigore sbagliato è un errore che pesa. Perché tiene la partita in bilico fino al 90'. E, soprattutto, perché non è il primo.
Sofyan AMRABAT 6 - Costretto a uscire in anticipo per problemi muscolari. Quando è in campo, la Fiorentina crea gioco soprattutto sulle fasce. Manca qualche colpo di intuizione e qualità (dal 50' Giacomo BONAVENTURA 6 - Dà qualche sicurezza in più a centrocampo, ma viene condizionato da un giallo ricevuto molto rapidamente).
Rolando MANDRAGORA 6.5 - Solido, concreto, pericoloso in fase di inserimento e conclusione dal limite. Corona una discreta partita con il bell'assist per Nico Gonzalez nel finale.
Antonin BARAK 6 - Partita da compitino. Si nota per un paio di inserimenti su cui non trova però pericolosità al tiro (dal 79' Alfred DUNCAN - s.v.).
Jonathan IKONÉ 7 - Il gol è un toccasana. Ma, nel complesso, gioca un primo tempo di livello altissimo, tenendo costantemente sotto pressione la difesa avversaria sulla fascia destra (dal 66' Nico GONZALEZ 6.5 - Torna, entra, segna, chiude la partita. Cosa chiedergli di più?).
Cristian KOUAMÉ 6 - Sempre in movimento. Si procura il rigore. Ma vede poco la porta (dal 79' Arthur CABRAL 6 - Fa da boa nel finale, è lui che inizia l'azione che porta al gol di Gonzalez).
Riccardo SOTTIL 6.5 - Gioca un primo tempo di grande intensità, con continui duelli vinti contro Hien sulla sinistra. La Fiorentina insiste moltissimo sulla sua zona di campo, ed è da lì che arrivano i pericoli maggiori (dal 66' Riccardo SAPONARA 6 - Ondivago, con giocate preziose alternate a qualche errore banale, ma nel complesso sufficiente).

Nico Gonzalez festeggia il gol del 2-0 realizzato nella partita tra Fiorentina e Hellas Verona, Serie A 2022-23

Credit Foto Getty Images

Le pagelle dell'Hellas Verona

Lorenzo MONTIPÒ 7.5 - Tiene in vita il Verona fino al 90', neutralizzando il rigore di Biraghi e parando qualsiasi pallone diretto verso lo specchio della porta. Senza di lui, l'Hellas avrebbe rischiato un'imbarcata pesantissima.
Koray GÜNTER 5.5 - Le fasce ballano, lui resta preso nel mezzo a tenaglia. Manca però quel lavoro di esperienza per scalare in maniera costante in aiuto ai compagni in difficoltà.
Diego COPPOLA 4 - Bruciato da Ikoné nell'azione del gol. Commette il fallo da rigore pochi minuti dopo trattenendo Kouamé. Ammonito, la sua partita dura soltanto 45 minuti. Pomeriggio da dimenticare in fretta. (dal 46' Pawel DAWIDOWICZ 5.5 - Entra per dare maggior solidità a una difesa ballerina, ma non è esente da sbavature).
Isak HIEN 5 - Su quella fascia, Sottil affonda a ripetizione in un primo tempo dominato. Migliora nella ripresa, quando finalmente gli prende le misure, ma è il simbolo della sofferenza gialloblù.
Ivan ILIC 5.5 - Primo tempo totalmente assente. Cioffi gli dà fiducia, e risponde con personalità risollevandosi nel finale. Ma non basta.
Fabio DEPAOLI 5.5 - Fatica a trovare la giusta posizione per rendersi realmente concreto ed efficace sulla destra. Qualche folata interessante accompagnata da momenti di difficoltà in contenimento.
Adrien TAMEZE 5.5 - Combattivo, ma sottotono rispetto al consueto. Cioffi lo richiama forse troppo presto, quando sembrava potersi riprendere come l'intero Verona (dal 55' Miguel VELOSO 6 - Risolleva il Verona nella seconda parte di gara con la sua esperienza e la sua qualità a centrocampo).
Darko LAZOVIC 6 - Non fa mai mancare le sue classiche accelerazioni sulla sinistra, costringendo la Fiorentina a restare sempre attenta su quella fascia. Concretizza poco.
Ajdin HRUSTIC 5 - Servito poco, si vede poco, si muove poco. Dovrebbe dare qualità tra le linee, ma la sua partita scorre via in ombra (dal 60 Simone VERDI 6 - Aggiunge brillantezza e brio, pungente nei minuti conclusivi).
Kevin LASAGNA 5.5 - Parte bene, con aggressività, anche nel ruolo di rifinitore per i compagni. Ma i palloni giocabili scarseggiano. Così come le vere chance da sfruttare (dal 55' Yayah KALLON 6 - Sbaglia l'occasione più netta per l'Hellas, ma il suo ingresso dà maggior peso e profondità alla squadra).
Thomas HENRY 5.5 - Impegno e sacrificio ci sono. E anche l'illusione dell'1-1 durata qualche frazione di secondo. L'intesa con Lasagna è buona. Ma, come detto, mancano veri palloni giocabili (dal 70' Milan DJURIC 6 - Tanto lavoro oscuro, ma con lui e Kallon è un Verona più pericoloso e produttivo).

Allegri: "Le voci su dimissioni o esonero sono divertenti"

Serie A
Milan-Fiorentina 2-1, pagelle: Amrabat fulcro viola, Tomori totem
13/11/2022 ALLE 20:06
Serie A
Milan-Fiorentina, moviola: è fallo di Rebic su Terracciano sul gol?
13/11/2022 ALLE 18:19