Il mondo del calcio italiano piange Claudio Garella, storico portiere del Napoli dello Scudetto nella stagione 1986-1987. Garella, che aveva 67 anni, è deceduto a causa di complicazioni cardiache dopo un intervento chirurgico.
Garella era stato dunque compagno di squadra di Diego Armando Maradona: aveva vestito la casacca azzurra dal 1985 al 1988. Ancor prima, però, aveva militato nel Verona per altre quattro stagioni, dall''81 all''85, e anche con i gialloblù aveva vinto lo Scudetto nel 1984-1985.
Nell'immaginario collettivo era famoso non solo per questi due risultati incredibili, perché di fatto, avendo Zoff prima, Zenga e Tacconi poi davanti non ha mai fatto parte del giro della Nazionale, ma per il suo modo di parare poco ortodosso, ma efficace: incisivo con le uscite di piede, era in grado di fare muro in qualsiasi modo, tanto da meritarsi uno scherzoso complimento dall'Avvocato Gianni Agnelli:
Serie A
Agnelli: "Seconde squadre? Non siamo una onlus, non è per la nazionale"
IERI ALLE 13:12
Garella è il più forte portiere del mondo. Senza mani, però.
Napoli e Verona si affronteranno tra loro per la prima di campionato lunedì alle 18:45: è facile immaginare che le due squadre vogliano tributare un ricordo a un uomo che ha fatto le fortune e la storia di entrambi i club.

Incredibile in USA: portiere fa autogol con la palla in mano!

Serie A
Il fuorigioco semiautomatico sbarcherà in Serie A da gennaio
26/11/2022 ALLE 11:09
Serie A
San Siro, nuovo ricorso al Tar contro l'abbattimento
25/11/2022 ALLE 10:35