Sono bastati 26 minuti ad Angel Di Maria per rapire il cuore dei tifosi bianconeri e lasciare il suo sigillo all’Allianz Stadium. Al debutto in gara ufficiale con la maglia della Juventus, El Fideo ha illuminato la scena siglando il primo gol della stagione, fornendo un assist delizioso per Dusan Vlahovic e mostrando giocate e lampi di calcio che hanno estasiato il pubblico sulle tribune e i fans juventini seduti davanti al teleschermo. A rovinare una serata magica e per certi versa perfetta però al minuto 65 ci si è messo un risentimento all’adduttore sinistro, che ha costretto l’argentino ad accasciarsi e a lasciare il campo con un’espressione che non lasciava presagire nulla di positivo.
La speranza per il tecnico Allegri, che nel post partita ha sottolineato come già scorsa settimana fa Di Maria abbia avuto delle noie con questo muscolo, è che non si tratti nulla di gare e che El Fideo non si vada aggiungere alla lista di pezzi da novanta in infermeria che comprende già Szczesny (out 20 giorni) e Paul Pogba. Nella giornata di domani, però l’ex PSG, si sottoporrà a degli esami che chiariranno le condizioni. La speranza è che il numero 7 si sia fermato in tempo e che possa essere regolarmente in campo lunedì prossimo nel match contro la Sampdoria.
Serie A
Maldini e Massara volontari per un giorno all'Opera San Francesco
17 ORE FA

Allegri a DAZN: Non sono preoccupato da condizioni Di Maria

"Vediamo domani gli esiti degli esami, sono cose che capitano. Lui ha avuto quel problemino all'adduttore anche una settimana fa, ma non sono preoccupato, ora vediamo gli esiti degli esami domani. Lui si stava divertendo, magari avrei dovuto toglierlo sul 3-0, ma lui quando esce ha sempre quello faccia lì... Vediamo".

Di Maria: "Un anno di Juve e basta? Non è detto..."

Serie A
Juve: "rischi di esclusione da campionato e coppe" nella relazione finanziaria
18 ORE FA
Serie A
Juventus, quando si andrà a processo? Le possibili date
20 ORE FA