Il Napoli, in testa dopo sette giornate, ha impressionato tutti, anche in Europa dove ha sconfitto Liverpool e Rangers con grande facilità. I partenopei non erano considerati tra i favoriti ai nastri di partenza per via dei tanti cambiamenti e delle cessioni di numerosi senatori, tra tutti Insigne e Koulibaly. Si pensava che i nuovi avessero bisogno di un periodo di adattamento, invece non è stato così. Kvaratskhelia e Kim Min-jae si sono imposti fin da subito e il loro grande impatto è tra le ragioni della super partenza degli uomini di Spalletti. I due nuovi acquisti, convocati rispettivamente da Georgia e Corea del Sud, hanno parlato della nuova esperienza in Italia. Entrambi hanno sottolineato come siano stati accolti dai compagni. Il talento georgiano, ai microfoni di Geo Team, Setanta Sports, ha commentato così i primi mesi: “Sono cambiate molte cose. La Serie A è uno dei migliori campionati al mondo. Mi sto adattando molto bene. I giocatori mi hanno accolto benissimo, c’è un’atmosfera meravigliosa all’interno del gruppo. Qui le persone sono fantastiche, ma c'è ancora molto su cui lavorare

SUL SUO IMPATTO

Serie A
Infortunio Politano: fuori un mese, rientro a metà ottobre
22/09/2022 ALLE 13:45
"Il primo giorno è difficile per tutti i calciatori, arrivi in un altro ambiente, incontri nuove persone che non conosci. I nuovi compagni mi hanno accolto calorosamente così come lo staff tecnico e tutti coloro che lavorano nella squadra. Qui impari da tutti, sia dentro che fuori dal campo. Quello che mi incuriosiva di più era lo stadio e i tifosi. Il Maradona è stupendo, con i tifosi che lo rendono ancora più bello. Per novanta minuti cantano e non si fermano. Se vai in città e chiedi ad una donna o ad un uomo di 80 anni, sanno tutto del Napoli"

SUI COMPAGNI

"Quando sono andato in ritiro non erano ancora arrivati tutti i giocatori, la prima comunicazione è stata con Mario Rui che mi ha accolto molto bene. Non tutti parlano inglese e Mario mi ha spiegato come comportarmi in allenamento ed al di fuori dell'allenamento"

SU SPALLETTI

"Spalletti mi ha detto che ho un buon dribbling, gioco bene in 1 vs 1 ma devo giocare di più per la squadra, perché ci sono giocatori forti ed è giusto che mi metta al servizio della squadra. Mi ha spiegato che dovrei aiutare di più la squadra in difesa. Faccio tutto quello che mi dicono gli allenatori"

SULLA LINGUA

"Ci sono sempre giocatori in squadra pronti a tradurmi quando mi parlano in italiano. Comunque sto già imparando la lingua. Ho un ottimo insegnante georgiano che mi insegna l’italiano. Anche se ho pochissimo tempo cerco sempre di trovare momenti liberi per impararlo

SULLA ROUTINE

"Da quando sono qui mi alleno di più. Dedico molto tempo allo stretching dopo l’allenamento. Ho sempre pensato che dedicavo molto tempo agli allenamenti, ma quando sono arrivato qui ho visto le cose da una prospettiva diversa. Quando giochi in una squadra di questo livello analizzi che devi fare di più, ovviamente entro i limiti. La mattina mi sveglio presto, vado agli allenamenti un'ora e mezza prima, faccio colazione e successivamente inizio a prepararmi per l'allenamento. La mattina dopo una vittoria cosa accade qui? Nulla di particolare, ci prepariamo per la sfida seguente e questo è molto professionale. Il passato deve rimanere nel passato e pensare al futuro. Ci sono nuove sfide e il campionato diventa sempre più interessante"

Napoli, le avversarie del Girone A di Champions League

KIM: "DIFFICILE GIOCARE NEL NAPOLI"

Ha parlato anche Kim Minjae, intervistato da Star News in questi giorni nei quali è in ritiro con la nazionale sudcoreana. Il difensore centrale del Napoli ha commentato questo avvio, dimostrando molta umiltà: “Io ho molte carenze e ho ancora bisogno di imparare e migliorare: mi sono concentrato su come riuscirci e ho provato a fare esattamente quello che l’allenatore mi chiedeva. È difficile passare in un grande campionato e giocare, ma ho pensato di dovermi adattare incondizionatamente. I miei compagni mi hanno aiutato tanto e sono tutti molto bravi: mi sono reso conto che se non fossi riuscito a tenere il passo non avrei potuto giocare. L'avversario più ostico? Giroud: ha grandi qualità da centravanti e forza fisica: per marcarlo bisogna essere concentrati e tenere la posizione per 90 minuti

Spalletti: "Mercato Napoli ottimo, ma siamo meno esperti"

Serie A
Milan-Napoli 1-2, pagelle: Kvara e Theo brillano, male Tomori
18/09/2022 ALLE 21:24
Serie A
Giuntoli: "Kvaratskhelia top, così abbiamo battuto Juve e Roma"
09/09/2022 ALLE 06:25