Mettersi alle spalle il k.o. casalingo contro il Napoli e la lunga sosta nazionali e buttarsi nel tour de force pre Mondiali: è questo l'imperativo di Stefano Pioli. Il Milan avrà 12 partite in 44 giorni tra campionato e Champions League: si parte sabato a Empoli, una trasferta delicata per i rossoneri che fin qui, lontano da San Siro, hanno vinto solo contro la Samp in Serie A. Ecco le parole del tecnico parmense alla vigilia del match:

Sui convocati

“Sarà convocato Rebic che sta bene, Origi sta bene ma non sarà convocato. Gli altri sono disponibili, senza Maignan e Hernandez ovviamente. Le soste sono particolari, tanti sono andati in nazionale. In questi ultimi due giorni la squadra mi è piaciuta, sta bene. Domani schiererò la formazione migliore, non sto pensando al Chelsea. Rebic spinge per giocare di più dell'anno scorso. E' forte. Non sarà ancora al top della forma, ma è un recupero importante. Ci dà fisicità e profondità".
Calciomercato
Leão apre al rinnovo: "La prima riunione con Maldini è stata positiva"
30/11/2022 ALLE 12:05

Sulle assenze di Maignan e Theo

"Siamo un gruppo coeso in cui tutti aiutano la squadra. Ho piena fiducia di chi sostituirà loro due, sono anche loro forti, magari con altre caratteristiche. L'importante è essere una squadra con i giusti equilibri".

Sulla difesa a tre

"Non abbiamo il tempo per provare altre soluzioni. Non sarà nella partita di domani sicuramente".

Su Vranckx e Adli

"Abbiamo seguito tutti i nostri giocatori in nazionale, soprattutto i nuovi per conoscerli ancora di più. Sono pronti, sono giocatori con potenzialità, si giocano il posto con altri grandi giocatori".

Sulle aspettative su De Katelaere

"Mi aspetto tutto quello che ha fatto contro il Napoli, è stato molto presente in fase offensiva. Sta crescendo, diventerà un campione".

Su Pobega

"Sta facendo molto bene, è meno palleggiatore e più incursore rispetto agli altri centrocampisti. E' un giocatore in crescita, è importante per noi".

Su Ballo-Touré

"Ho grande fiducia in lui. Chiaramente si gioca con il posto con un grande giocatore, ma se è qui è perchè ho fiducia in lui".

Sull'Empoli

"Loro proveranno a non farci giocare. Tatarusanu sa giocare con i piedi, ma sarà più importante dare soluzioni a chi ha il pallone. Dovremo essere preparati".

Sulla fatica in trasferta

"Vincere è sempre il nostro obiettivo, in casa e fuori. Dispiace non esserci riuscito finora fuori casa, non so se è un caso, ma credo che l'unica volta in cui abbiamo giocato sotto il nostro livello è stato contro il Sassuolo. Veniamo da una sconfitta e quindi vogliamo ripartire subito con il piede giusto contro un avversario che rispettiamo. Abbiamo analizzato i gol subiti e i nostri dati che dicono che siamo quelli che concedono di meno. Serve maggiore attenzione e concentrazione, se abbiamo subito tutti questi gol è perchè sono mancate".

Su Giroud

"E' un campione in tutto. Sta bene, ha grande entusiasmo, deve continuare così".

Sul debutto del primo arbitro donna

"Serve grande rispetto con gli arbitri. L'introduzione della tecnologia credo possa permettere agli arbitri di scendere in campo più sereni. Possono sbagliare come sbagliamo noi, ma la tecnologia li può aiutare. Faccio l'in bocca al lupo per l'esordio di domani. Non è facile arbitrare".

Djokovic cuore rossonero: canta "Pioli is on fire"

Calciomercato
🗞 Inter su Musah, Milan attento ai corteggiatori di Leao
26/11/2022 ALLE 08:21
Calciomercato
🗞 La Juve blinda Locatelli fino al 2027 e pensa a Gvardiol e Ndicka
22/11/2022 ALLE 06:38