Milan-Udinese, match valido per prima giornata di Serie A 2022/23, è terminato sul punteggio di 4-2, frutto della doppietta di Rebic e del rigore di Theo Hernandez, oltre che del gol di Brahim Diaz. Con questo risultato i rossoneri vanno subito in testa alla classifica di Serie A. Qui di seguito i voti ai protagonisti della partita per capire l'andamento della gara.
Serie A 2022-2023, la classifica aggiornata | Serie A 2022-2023, calendario e risultati | Serie A 2022-2023, la classifica marcatori aggiornata

Le pagelle del Milan

Serie A
Pioli: "Questo Milan non è più giovane. È maturo per vincere queste partite"
IERI ALLE 21:25
Mike MAIGNAN 6 – Incolpevole sui gol subiti, attento come al solito sul resto.
Davide CALABRIA 6,5 – Inizia la stagione conquistandosi prima un rigore – generoso – e poi piazzando lì l’assist giusto. Chi ben comincia...
Pierre KALULU 6,5 – Primo tempo eccellente nella chiusura rapidissima di almeno un paio di situazioni fastidiose in campo aperto.
Fikayo TOMORI 6 – Meno brillante rispetto al compagno di reparto, ma la sua è comunque una partita attenta e priva di errori.
Theo HERNANDEZ 7 – Ci sono cose che non cambiano mai e fin qui, per il Milan, c’è il rendimento di questo ragazzo. Rigore trasformato e il pallone dentro che manda un po’ in panico il suo Perez-Masina. Certezza assoluta.
Ismael BENNACER 6,5 – Detta i ritmi in mezzo al campo, prendendosi sulle spalle il Milan odierno. Una squadra che non va certo ‘a mille’, visto anche momento della stagione e temperatura atmosferica, ma che gira come deve.
Rade KRUNIC 6,5 – Forse un po’ meno brillante e appariscente del compagno di reparto, ma ci ha messo intensità e ha dato equilibrio al Milan. Dall’84’ Tommaso POBEGA – sv.
Junior MESSIAS 5,5 – Troppo grave la dormita difensiva sul gol di Masina per uscirsene con una sufficienza; davvero troppo superficiale. Dal 71’ Alexis SAELEMAEKERS 6 – Un finale di gara che il Milan gestisce senza affanni. Davanti, insomma, si combina poco.
Brahim DIAZ 7 – Se si giocasse solo ad agosto, da Pallone d’Oro. Inizia anche quest’anno con una partita indiavolata. Da vedere se terrà alla distanza. Dal 71’ Charles De KETELAERE 6 – Vede pochi palloni. Servirà più tempo per giudicare.
Rafael LEAO 6 – Così così la sua partita. Almeno per gli standard a cui aveva abituato la scorsa stagione. Un po’ spento. Un po’ in ombra. Insomma, si può dare di più. Dall’84’ Divock ORIGI – sv.
Ante REBIC 7,5 – Pronti-via e butta lì la doppietta, a lanciare un segnale chiaro: ci sono e so fare tutto. Pomeriggio da protagonista in area, con una partita oggi in stile ‘numero 9’ navigato. Dal 72’ Olivier GIROUD 6 – Ci prova con una soluzione contrata, ma da lui il Milan oggi chiedeva poco: al momento del suo ingresso il match era già in ghiaccio.
All. Stefano PIOLI 6,5 – Il suo Milan è la stessa squadra dell’anno scorso: propositiva, che pressa alto e dove ogni interprete in campo sa cosa fare. Un undici, insomma, che riparte col piede giusto.

Le pagelle dell’Udinese

Marco SILVESTRI 5,5 – Ne prende quattro, che non è mai un buon modo per iniziare la stagione. Non precisissimo in un paio di situazioni.
Rodrigo BECAO 6,5 – Quando vede rossonero, si esalta. Ecco, se è vera la metafora di Brahim Diaz e il mese di agosto, sulla falsa riga ne potremmo usare una anche per lui: giocasse sempre col Milan, sarebbe Drogba.
Nehuem PEREZ 5 – Parecchio impreciso, in particolare con quel colpo di testa difensivo colpito molto male e che regala il gol a Brahim. Dal 67’ Enzo EBOSSE 6 – Mezz’ora senza particolari squilli o errori.
Bram NUYTINCK 5,5 – Prova a mettere qualche pezza, ma questa versione odierna dell’Udinese è un po’ troppo ballerina.
Brandon SOPPY 6 – Nel primo tempo è tra i più attivi a destra. Prova a farsi vedere e ha anche gli attributi per provare a sfidare in uno contro uno Theo Hernandez. Personalità e discreta spinta. Non una brutta partita, insomma, al di là del risultato.
Roberto PEREYRA 6 – E’ quello che inventa le cose migliori dell’Udinese, ma è anche colui che perdendo quel pallone per il 4-2 del Milan mette la parola ‘fine’ alle speranze dei suoi.
WALACE 5,5 – In mezzo fatica a reggere il palleggio e sul pressing del Milan va spesso in crisi. Dal 76’ Sandi LOVRIC – sv.
Jean-Victor MAKENGO 5,5 – Prova a tamponare un po’ di falle, ma l’Udinese va un po’ troppo in crisi in certi frangenti. Dal 76’ Lazar SAMARDZIC – sv.
Adam MASINA 6 – Nel giorno del suo ritorno in A – e della 100esima presenza – c’è il gol ma anche la sbavatura che rimette subito il Milan avanti a inizio ripresa. Una risultante che non può andare oltre il classico ‘6’. Dall’83’ Festy EBOSELE – sv.
Gerard DEULOFEU 5,5 – Piede educato, come si vede dal corner iniziale. Poi però poco altro offensivamente.
Isaac SUCCESS 5 – Là davanti ha fatto davvero fatica a creare occasioni. C’è il lavoro per la squadra, certo. Ma una punta poi dovrebbe anche rendersi pericolosa. Dal 67’ BETO 6 – Non al meglio, entra nella mischia a gara già compromessa per i suoi. Si fa vedere per la solita prestanza fisica.
All. Andrea SOTTIL 6 – La sua Udinese parte forte ed è punita da un episodio sfortunato (il rigore contro). Certo, poi alla distanza fatica, ma il gap qualitativo è evidente e questo va al di là di qualsiasi merito o demerito del tecnico. Insomma, non è una brutta partita quella dei suoi. Paga, in sostanza, episodi e differente livello dei protagonisti in campo.

Tutte le maglie della nuova stagione della Serie A

Serie A
Gli infortuni non bloccano il Milan: 3-1 all'Empoli nel recupero
IERI ALLE 18:35
Serie A
Empoli-Milan, le ufficiali: ci sono Ballo-Touré e Giroud
IERI ALLE 17:47