Stop di coscia, finta a rientrare con il sinistro e piatto destro sul secondo palo. Gol, il 15° della sua stagione, il 140° con i bianconeri, e Juventus che raggiunge il provvisorio pareggio nella partita giocata in casa contro lo Spezia. Sarà questa con tutta probabilità l'ultima rete di David Trezeguet con la maglia bianconera.

Una maglia che gli è stata addosso per sette stagioni ricche di soddisfazioni personali e, soprattutto, di squadra ma che adesso, dopo il primo anno in cadetteria della Signora, non sente più sua.

Serie A
Roma-Juventus: probabili formazioni e statistiche
9 ORE FA

Subito dopo aver gonfiato la rete, Trezeguet si è rivolto rabbioso verso la tribuna mostrando con le mani il numero 15, i suoi gol in serie B, e facendo capire, sempre con il movimento delle mani, la sua intenzione di andarsene.

E la sostituzione al 26' del secondo tempo con Bojinov non ha fatto altro che confermare quanto successo dopo il gol. Un nuovo saluto al pubblico mentre si affretta a raggiungere la panchina che lo aveva appena richiamato, quindi le strette di mano a Corradini e compagni prima di infilarsi la felpa e prendere la via degli spogliatoi.

Sensazioni confermate alla fine della partita con il francese che ha spiegato le motivazioni del suo gesto: "Ho fatto quello che mi aveva chiesto Deschamps, sono arrivato a quota 15 reti. In sette anni di Juventus ho messe a segno 140 gol, mi sono guadagnato la stima dei milioni di tifosi juventini e dei miei compagni, che sono stati tanti. Nonostante questo sento poca fiducia intorno a me. Evidentemente non rientro più nei piani della società".

Probabilmente, l'avventura di David Trezeguet con la maglia bianconera, ha vissuto il suo epilogo definitivo.

ANDREA TABACCO

Serie A
Fonseca dà la formazione per la Juventus: Dzeko titolare
9 ORE FA
Serie A
Pirlo: "Morata non un ripiego: è l'attaccante che cercavamo"
10 ORE FA