I risultati della 37a giornata

ven. Ascoli-Cittadella 2-0 [39' Büchel (A), 45'+4 Bajic (A)]
ven. Brescia-Pisa 4-3 [9' Marin (P), 18', 65' e 82' Ayé (B), 52' rig. A. Donnarumma (B), 68' rig. De Vitis (P), 86' Sibilli (P)]
Serie B
Salernitana e Monza esultano: gran bagarre per il 2° posto
04/05/2021 A 17:44
ven. Cosenza-Monza 0-3 [73' Balotelli (M), 82' D'Errico (M), 88' Diaw (M)]
ven. Cremonese-Pescara 3-0 [27' rig. Ciofani (C), 63' Nardi (C), 72' Valania (C)]
ven. Frosinone-Vicenza 1-1 [74' Vandeputte (V), 76' Brignola (F)]
ven. Lecce-Reggina 2-2 [7' Edera (R), 14' e 16' Stepinski (L), 27' Montalto (R)]
ven. Reggiana-SPAL 1-2 [35' Sa. Esposito (S), 64' Varone (S), 68' Strefezza (S)]
ven. Salernitana-Empoli 2-0 [32' Bogdan (S), 93' Anderson (S)]

Salernitana-Empoli, Serie B 2020-2021: Luka Bogdan (Salernitana) festeggiato dopo il gol del momentaneo 1-0 (Getty Images)

Credit Foto Getty Images

ven. Venezia-Pordenone 0-0
ven. Virtus Entella-Chievo 1-3 [1' Mat. Mancosu (V), 7' Gigliotti (C), 43' Di Gaudio (C), 51' Canotto (C)]

Classifiche e calendario

Serie B 2020-2021, la classifica aggiornata | Serie B 2020-2021, calendario e risultati | Serie B 2020-2021, la classifica marcatori aggiornata

Match of the day: Brescia-Pisa 4-3

Se ne vedono di tutti i colori al "Rigamonti": Brescia batte Pisa (senza bomber Marconi dopo la maxi squalifica per razzismo) con un pirotecnico 4-3 e un irrefrenabile Florian Ayé, autore di una tripletta e di 15 reti stagionali. Rondinelle, insieme a Chievo e SPal (entrambe vittoriose) sale a quota 53 e darà vita a un rush finale entusiasmante per l'aggiudicazione degli ultimi due posti playoff. Pisa avanti con Marin: il rumeno, che piace tanto al Cagliari, insacca al 9' dopo una triangolazione con Sibilli. Una girata mancina di Ayé (con deviazione di Pisano), porta il punteggio sull'1-1. A inizio ripresa, gol ingiustamente annullato ad Alfredo Donnarumma (per fuorigioco inesistente) su assist di Ndoj- L'attaccante delle Rondinelle avrà comunque modo di rifarsi poco più tardi, al 52', trasformando un penalty assegnato per un "mani" di Pisano in area avversaria. Il Pisa, al 64', spreca l'opportunità del possibile 2-2: Pajac trattiene Sibilli ma Mastinu, dal dischetto, si fa parare la conclusione da Joronen. Sull'azione successiva, Birindelli perde palla e Ayé sigla come una locomotiva imprendibile il gol del 3-1. Il Pisa accorcia dagli undici metri, dopo un fallo da rigore dello stesso Ayé: dal dischetto, questa volta, si presenta De Vitis, che insacca col brivido, sfoggiando un "mini cucchiaino" che, per poco, non finisce per essere neutralizzato da Joronen. Ayé, allora, sulla linea di porta scaraventa in porta, all'82', la palla del 4-2 per la band di Pep Clotet. Serve solo agli annali, quindi, l'acuto del pisano Sibilli, che all'86' fissa il risultato sul 4-3.

Top: Salernitana e Monza

Continuerà fino all'ultima giornata di regular season il confronto tra Salernitana e Monza per l'assegnazione del secondo posto, che vale il pass per la promozione diretta. I campani, con le azioni insistite di Bogdan e Anderson, battono 2-0 l'Empoli già in A.

Salernitana-Empoli, Serie B 2020-2021: Luka Bogdan (Salernitana) festeggiato dopo il gol del momentaneo 1-0 (Getty Images)

Credit Foto Getty Images

Il Monza, invece, rientra in gioco a partire dal 73' della sfida al Cosenza al "San Vito-Marulla": a sbloccarla, guarda caso, il solito Mario Balotelli, appena entrato dalla panchina e abile a finalizzare al meglio un preciso suggerimento di Frattesi. La rasoiata di D'Errico all'82' e la rete (la prima in maglia brianzola) da Davide Diaw all'88' su contropiede innescato da Balotelli, portano il punteggio sul definitivo 0-3. Salernitana (66 punti) impegnata nell'ultimo turno in casa del già retrocesso Pescara. Il Monza, a quota 64, ospiterà il Brescia, a caccia di un posto playoff. In caso di arrivo a pari punti, il secondo posto sarà della formazione di Brocchi, in vantaggio sui campani di Castori (ancora bloccato dal Covid e sostituito dal secondo Bocchini) negli scontri diretti.

Flop: Reggiana e Pescara

Agonia finita a 90' dal termine sia per la band di Alvini che per quella di Grassadonia. Il primo, premiato a inizio partita - quasi in maniera beffarda - per la promozione dello scorso anno dalla Serie C, in cui la "Regia" è costretta a tornare senza nemmeno passare per i playoff dopo la sconfitta casalinga per 2-1 contro la SPAL. Il Delfino, invece, crolla allo "Zini" (e in Terza serie dopo 11 anni) contro una Cremonese di mister Pecchia in grande spolvero e vittoriosa per 3-0. Cosenza a punti 35, Pordenone (0-0) a Venezia a quota 42: ci saranno i playout? Solo se, nello scontro diretto tra Ramarri e Lupi della Sila (in programma al "Teghil" di Lignano Sabbiadoro), i calabresi di Occhiuzzi riusciranno a ottenere un successo. In quel caso, proprio Pordenone e Cosenza si reincontreranno a doppia mandata nello spareggio. E l'Ascoli: dopo una corsa mozzafiato, la formazione di Sottil, partita di fatto da fondo classifica, è aritmeticamente salva con una giornata di anticipo grazie al 2-0 rifilato al Cittadella al "Cino e Lillo Del Duca".

Il consiglio per gli acquisti: André Anderson (Salernitana)

Trequartista frizzante e incisivo, autore del definitivo 2-0 dopo aver risolto, al 93', il più classico dei flipper d'area di rigore nella gara contro l'Empoli. Classe 1999, è di proprietà - guarda caso - della Lazio, di cui è presidente Claudio Lotito, il quale dovrà pensare a chi cedere la Salernitana in caso di promozione di Serie A per superare il problema "multiproprietà". Il brasiliano di discendenze italiane (tanto che ha fatto parte della nazionale azzurra Under 20), soprannominato "O Artilheiro" ("L'Artigliere") potrebbe - in qualsiasi caso - fare il grande salto in Serie A nella prossima stagione, un po' come successo a Jean-Daniel Akpa Akpro.

Salernitana-Empoli, Serie B 2020-2021: André Anderson (Salernitana, a sinistra) festeggiato dopo il gol del definitivo 2-0 (Getty Images)

Credit Foto Getty Images

Il momento social

Il Lecce si chiama fuori dalla lotta per il secondo posto dopo il 2-2 interno contro la Reggina. Gara spumeggiante sin dall'inizio: passano 7' e gli amaranto passano in vantaggio. Gran palla dalla sinistra di Bellomo, diagonale completamente fallita da Zuta e colpo di testa di Simone Edera, che nel corso del primo tempo si farà male e sarà quindi costretto ad uscire dal campo. Con un uno-due fulminante di Mariusz Stepinski, il Lecce ribalterà il punteggio: prima, al 14' su tuffo di testa successivo al morbido ed eccezionale assist in lob di Marco Mancosu, che nonostante il difficile periodo di salute vissuto recentemente, dimostra che i suoi piedi fatati sono manna dal cielo per i salentini. Quindi, al 16', il polacco ex Chievo ed Hellas Verona, insacca in tap in dopo un assolo straordinario di Coda. La Reggina si porta sul 2-2 con una rete in fotocopia: Rigoberto Ribas sfugge a Lucioni e impegna Gabriel in uscita. Sulla respinta, tuttavia, Montalto non può fallire a porta vuota. Nel secondo tempo, troppa tensione in casa salentina, in attesa di buone notizie dagli altri campi: il 2-2, allora, non cambierà più.

Darboe, storia da brividi: dal campo profughi alla Roma

Serie B
L'Empoli è in A, 2 anni dopo: Mancuso, Dionisi e un gruppo perfetto
04/05/2021 A 15:15
Calciomercato 2020-2021
Balotelli in Turchia, è ufficiale; Milan, idea Sabitzer
07/07/2021 A 20:02