Sabato 1° maggio il Monza giocherà contro la Salernitana uno scontro diretto delicatissimo sia in chiave promozione diretta in Serie A sia in chiave playoff. La trasferta campana degli uomini di Christian Brocchi, però, è stata funestata da un episodio spiacevole: stando a quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, lunedì pomeriggio otto giocatori si sono recati al casinò di Lugano, in Svizzera, in barba ai comportamenti idonei a evitare il contagio da Covid. Il tutto dopo l'allenamento mattutino per un momento di svago tra slot machine, roulette e sale da gioco. Una gita fuori porta che ha fatto molto discutere i media locali e che ha obbligato il club a intervenire con un comunicato.

Il comunicato del Monza

"L’AC Monza ha appreso dagli organi di stampa che ieri pomeriggio, al termine dell’allenamento, alcuni calciatori si sono recati al Casinò di Lugano. Non è vietato recarsi in Svizzera; è però stata senz’altro una leggerezza averlo fatto in questo periodo. I predetti calciatori intendevano trascorrere insieme qualche ora libera del pomeriggio. Hanno peccato di ingenuità e hanno riconosciuto l’errore. L’AC Monza ha prontamente comunicato l’ingresso in Italia al Dipartimento di prevenzione dell’Azienda Sanitaria locale di riferimento e continua a osservare il protocollo anti Covid-19 della Figc, che prevede che i calciatori possano svolgere le loro attività sottoponendosi a tamponi periodici".
Serie B
Salernitana, dramma durante i festeggiamenti: morto un tifoso
IERI A 21:40

L'ordinanza dell'ATS e il ricorso del Monza

Per preservare il più possibile la concentrazione in vista del rush finale, il club di Berlusconi e Galliani dovrebbe propendere per la linea leggera nei confronti degli 8 giocatori coinvolti (no multe, dunque), ma l'ATS di Brianza e Monza sarà intransigente e secondo il Corriere dello Sport avrebbe già disposto 10 giorni di "fermo" cautelativo per gli interessati, di cui non sono ancora stati resi noti ufficialmente i nomi. La decisione arriverà oggi. L’ordinanza riguarderebbe elementi di primo piano della formazione biancorossa (non dovrebbe esserci tra questi Mario Balotelli). Nel caso i sanzionati salterebbero la gara con la Salernitana e quella in casa con il Lecce, altra diretta concorrente per la volata promozione. Un danno enorme per il Monza, anche alla luce del fatto che per il rientro dall'estero sono previsti solo 5 giorni di quarantena. L’anomalia del provvedimento spingerà Galliani a impugnare l’ordinanza.

Galliani ai tifosi: "Quando rischiavo la vita pensavo al Monza"

Serie B
Salernitana in estasi: è promossa in Serie A dopo 22 anni
IERI A 13:57
Serie B
Shock a Salerno: aggredita la figlia del mister Grassadonia
09/05/2021 A 10:43