Le regole economiche del calcio verranno presto riscritte. L'appuntamento è fissato nelle date del 9 e 10 settembre a Nyon, in Svizzera. Nella bolla che ha permesso, ad esempio, il PSG di acquistare tutti (o quasi) i migliori talenti del calcio mondiale grazie agli investimenti più o meno limpidi provenienti dal Qatar, si discute su un fair play finanziario 2.0, dopo il fallimento della prima versione.

Appuntamento il 9-10 settembre a Nyon

Ligue 1
Donnarumma: "Navas? Io al PSG per giocare e diventare n°1 al mondo"
23/08/2021 A 10:51
Ci si è accorti (finalmente), che senza limitazioni, senza paletti minimi, il calcio verrà divorato dalle nuove realtà che possono contare su fondi illimitati e, in molti casi, autoprodotti. Tuttavia, ci i scordi che venga trovato il cosiddetto "uovo di Colombo": secondo i bene informati, infatti, la nuova regola destinata a passare, prevede che un club on potrà spendere - per calciomercato, stipendi e più del 65-70% dei suoi ricavi.

FFP 2.0: i chiari di luna rimandano alla "solita solfa"

Insomma, l'ennesimo giro di parole per far riferimento al tradizionale concetto di "pareggio di bilancio". Un nuovo sistema la cui prima falla corrisponde a preservare i club che attingono da sponsorizzazioni casalinghe (come, ad esempio, il Manchester City con Etihad Airways). La seconda è che, proprio ai club a cui si fa battaglia, basterà pochissimo per adeguare i propri ricavi alle cifre che vogliono spendere in sede di calciomercato. Insomma, l'economia del football, per fare il grande salto - quello vero - ha bisogno di ben altre regole.

Messi si presenta: "Addio al Barça difficile, ma ora sono felice"

Ligue 1
Il PSG vince e basta, per Donnarumma solo panchina
20/08/2021 A 18:29
Premier League
Il City vince la Premier League, 4° titolo per Guardiola!
15 ORE FA