Calcio
Supercoppa

Le pagelle di Juventus-Lazio 1-3: Ronaldo a sprazzi, Higuain delude. Lulic e Lazzari super

Condividi con
Copia
Condividi questo articolo

Senad Lulic alza la Supercoppa Italiana, Juventus-Lazio, Getty Images

Credit Foto Getty Images

DaSimone Pace
22/12/2019 A 19:53 | Aggiornato 23/12/2019 A 08:47

Sufficienza stiracchiata per CR7 che propizia il gol di Dybala, ne sfiora un altro ma conferma di non essere al top della condizione. Male De Sciglio, Pjanic non brilla mentre Demiral conferma di essere difensore valido. Tra i biancocelesti prova totale del capitano, il migliore in campo. Luis Alberto incanta, Acerbi è un gigante, Correa a tratti imprendibile. Immobile non punge.

JUVENTUS

Wojciech SZCZESNY 6 - La fa da spettatore per gran parte della partita perché sui gol della Lazio non può davvero fare nulla. Si guadagna la sufficienza con quella grande chiusura su Correa che gli si era presentato a tu per tu in contropiede nel recupero.

Supercoppa

La Supercoppa va a una super Lazio! La Juventus si inchina, 3-1 biancoceleste a Riad

22/12/2019 A 18:45

Mattia DE SCIGLIO 5 - Scolastico il modo in cui si fa saltare da Lulic in occasione del gol di Luis Alberto. Avrebbe dovuto temporeggiare senza abboccare alla finta del capitano laziale. La scelta di Sarri di schierarlo titolare si rivela sbagliata.

dal 55' Juan CUADRADO 5,5 - Ottimo impatto sulla partita, quando entra lui la Juventus cambia marcia sulla destra. Si fa trovare fuori posizione sul gol di Lulic confermandosi giocatore devastante quando accelera ma meno quando deve difendere.

Leonardo BONUCCI 6,5 - La presenza al suo fianco di Demiral sembra giovargli anche perché è soprattutto il turco ad andare sulle spalle sporche e a giocare di fisico. Nel finale sfiora il gol con una girata di testa che esce a lato di pochissimo.

Merih DEMIRAL 6,5 - Il turco viene riconfermato titolare da Sarri e conferma di meritare la maglia. Fisicamente sempre presente e reattivo, in velocità è dura batterlo. Giocatore che in prospettiva può dare molto ai bianconeri.

Alex SANDRO 5 - Serata no per il brasiliano che, oltre a essere praticamente nullo in fase di spinta, si addormenta nell'azione del gol di Luis Alberto e soffre terribilmente Lazzari nella ripresa.

Rodrigo BENTANCUR 5 - L'uruguaiano parte bene e a centrocampo è uno dei più lucidi e propositivi. Crolla letteralmente nella seconda parte di gara e rimedia un cartellino rosso nel finale che lo manda su tutte le furie. Brutta la sua uscita di scena.

Miralem PJANIC 5,5 - Serata opaca per il centrocampista bosniaco, che si fa notare solo per qualche utile ripiegamento. Per il resto si limita a tocchi in orizzontale senza mai riuscire ad accendere la luce.

Pjanic: "C'è grande delusione. Troppi gol subiti? Per vincere, devi subire meno"

00:01:27

Blaise MATUIDI 6 - Pronti, via e commette un fallo durissimo su Luis Alberto rimediando un cartellino giallo che condiziona la sua partita. Giocatore di lotta e di corsa, la qualità è quella che è.

dal 76' Douglas COSTA s.v. - Entra nel finale ma non si vede. Ingiudicabile.

Paulo DYBALA 6,5 - L'argentino è il più ispirato nel tridente della Juventus. Segna un gol da due passi che fa di lui il bomber di sempre della Supercoppa italiana, ne sfiora un altro su punizione e dà sempre la sensazione di creare qualcosa di pericoloso quando entra in possesso palla.

Gonzalo HIGUAIN 5 - Fatta eccezione per uno spettacolare aggancio al volo nel primo tempo, il Pipita non si vede mai e - soprattutto - non tira mai in porta. Spento e inconcludente.

dal 66' Aaron RAMSEY 5 - Non ci siamo. Il gallese rileva Higuain, ma la sua presenza è impalpabile. Sciupa un'ottima palla gol con un colpo di testa innocuo dal limite dell'area piccola.

Cristiano RONALDO 6 - Acclamato dal pubblico di Riad, CR7 non si rende certo protagonista di una partita memorabile. Eppure lascia il suo segno nella partita propiziando la rete di Dybala con un sinistro rasoterra dal limite e sfiorando il gol con un gran destro da fermo. Sufficienza comunque stiracchiata.

All.: Maurizio SARRI 5 - Per la seconda volta in poco più di 2 settimane i bianconeri ricevono una autentica lezione di calcio dalla Lazio. Discutibile la scelta di puntare su De Sciglio, ma è soprattutto in mezzo al campo che la Juve va in apnea. Sconfitta netta, sia dal punto di vista fisico che tecnico.

Luis Alberto esulta dopo il gol - Juventus-Lazio Supercoppa italiana 2019

Credit Foto Getty Images

LAZIO

Thomas STRAKOSHA 6 - Non sembra impeccabile sul diagonale di sinistro di Ronaldo ribadito a rete da Dybala. Per il resto non deve effettuare altri grandi interventi e trasmette sicurezza alla difesa. Bene sulle palle alte.

Luiz FELIPE 6,5 - Prestazione convincente di questo giocatore che sta diventando una pedina sempre più importante nello scacchiere di Simone Inzaghi. Lotta su ogni pallone e si fa valere nei duelli aerei.

Francesco ACERBI 7,5 - Conferma di essere uno dei migliori difensori centrali della Serie A: non sbaglia un intervento, gioca sempre il pallone con estrema sicurezza e dirige il reparto senza sbavature. Bravissimo.

Stefan RADU 5,5 - Non raggiunge la sufficienza perché è lui a commettere la distrazione decisiva nell'azione del gol di Dybala: sale con un attimo di ritardo e fa sì che l'argentino insacchi comodamente da due passi in posizione irregolare.

Manuel LAZZARI 7 - Non gioca un grande primo tempo: ha tanti spazi davanti a sé ma non li sfrutta. Nella ripresa, invece, è l'arma tattica che fa la differenza. Conquista il fondo sulla destra con disarmante regolarità ed è suo il traversone da cui nasce il gol di Lulic.

Sergej MILINKOVIC-SAVIC 6,5 - Mette subito la sua firma sulla gara confezionando l'assist per il gol di Luis Alberto. Gioca tra le linee e la sua posizione è di difficile lettura per i difensori della Juventus.

Lucas LEIVA 5,5 - Parte bene, poi risente dell'ammonizione rimediata nel primo tempo e il suo rendimento cala. Va in debito d'ossigeno e viene sostituito a metà ripresa quando servono nuove energie. Si perde Dybala in occasione del pareggio della Juventus.

dal 64' Danilo CATALDI 7 - Mette il punto esclamativo sulla partita con una punizione capolavoro: destro a giro di precisione chirurgica col pallone che sbatte sulla traversa all'altezza dell'incrocio e si insacca lasciando impietrito Szczesny.

Luis ALBERTO 7,5 - Sblocca il risultato con un destro di prima intenzione che si insacca sotto la traversa e in generale gioca un primo tempo da assoluto protagonista. Cala un po' col passare dei minuti, Inzaghi lo fa rifiatare e la sua mossa si rivela azzeccata.

dal 67' Marco PAROLO 6,5 - Entra benissimo in partita e si rivela decisivo. Firma l'assist per il 2-1 di Lulic con un'intelligente spizzata di testa e provoca l'espulsione di Bentancur nei minuti di recupero. Prezioso.

Senad LULIC 8 - Propizia il primo gol con un cross dalla sinistra dopo un dribbling secco su De Sciglio. Impeccabile in copertura, si toglie la soddisfazione di segnare il gol del 2-1 con un perfetto destro al volo. Capitano vero.

Ciro IMMOBILE 5,5 - La grinta e l'impegno non gli mancano, ma negli ultimi 20 metri non è il solito bomber implacabile che siamo abituati a vedere. Un paio di letture sbagliate gli costano l'insufficienza.

dall'82' Felipe CAICEDO 6 - Guadagna la sufficienza perché conferma di essere l'uomo degli ultimi minuti. La sua sola presenza mette in apprensione la difesa bianconera.

Joaquin CORREA 6,5 - Imprendibile quando decide di cambiare marcia e partire palla al piede. Sfiora il gol di testa, poi si divora il 3-1 a tu per tu con Szczesny. Se fosse concreto al momento di concludere sarebbe un fuoriclasse.

All.: Simone INZAGHI 8 - Battere due volte la Juventus e facendolo imponendo il proprio gioco non è da tutti. La sua Lazio somiglia sempre di più a una macchina perfetta in grado di battere chiunque. Il primo trofeo dell'anno è suo, dopo la sosta potrà concentrarsi solo sul campionato. Sognare non è impossibile, anzi.

Sarri: "Lazio squadra più in forma d'Europa, non c'è da fare drammi per questa sconfitta"

00:01:35

Supercoppa

La moviola di Juventus-Lazio: Matuidi, che entrata! Sarri protesta per il recupero

22/12/2019 A 17:11
Calciomercato

Edicola: Lautaro e la promessa d'addio all'Inter, Rabiot verso l'Everton

DA 3 ORE
Contenuti correlati
CalcioSupercoppaLazioJuventus
Condividi con
Copia
Condividi questo articolo

Ultime notizie

Serie A

Frattura totale tra Mario Balotelli e il Brescia: chiesto il licenziamento per giusta causa

DA 2 ORE

Nuovi video

Calciomercato

Come cambia la Juventus se dovesse acquistare Nicolò Zaniolo

00:01:38

Più letti

Roland-Garros

Francesca Schiavone, 10 anni fa la Leonessa diventava leggenda: la finale 2010 in 180 secondi

IERI A 07:55
Mostra più