Quando la partita e in palio c’è un trofeo, ci pensa sempre CR7. Cristiano Ronaldo si conferma il re di Coppe e ribadisce la propria straordinaria capacità di essere determinante nelle partite che contano, sbloccando con un gol sottomisura dagli sviluppi di un corner la sfida contro il Napoli. Per il portoghese si tratta della 16esima rere segnata in carriera nelle partite con in palio un trofeo. Un sigillo, il numero 760 della carriera, non banale perché regala alla Juventus il primo trofeo della stagione, spegnendo sul nascere i malumori e i dubbi emersi dopo il brutto e pesante ko di San Siro contro l’Inter. Una rete che se da un lato consegna alla Juventus la Supercoppa numero 9 della sua storia, dall’altro va ad infarcire una bacheca di allori impressionante e che conta ben 30 trofei solo coi club (33 globali), il quarto con la Juventus. Ma la fame non si ferma e Ronaldo mette nel mirino, già lo Scudetto nonostante i sette punti di svantaggio sul Milan capolista.
"E’ stata una partita sofferta, molto difficile, ma abbiamo avuto un ottimo atteggiamento. Vincere questa coppa è molto importante per prendere fiducia: siamo molto felici. Serve un atteggiamento diverso, con l’Inter lo abbiamo sbagliato. Ma è passato. L’importante era vincere oggi ed è un trofeo molto importante perché può darci fiducia per la nostra crescita in vista delle prossime partite. Scudetto possibile? Penso di sì. Milan e Inter sono molto forti, ma la stagione è ancora lunga, manca molto e sì, penso che possiamo vincere: la strada è molto difficile ma penso che sia possibile".
Supercoppa
Juve-Napoli 2-0, le pagelle: Insigne da incubo, super Szczesny
20/01/2021 A 22:26

Juventus, Cristiano Ronaldo: 39 trofei in 35 anni, i titoli del fenomeno

Supercoppa
Ronaldo e Morata: Supercoppa alla Juventus di Pirlo
20/01/2021 A 19:15
Calciomercato 2020-2021
Ora Sarri dove va? Suggestioni Milan e Napoli
14 ORE FA