La Superlega continua a perdere pezzi e approvazioni. Questa volta, però, a fare un deciso passo indietro è il principale finanziatore del progetto, quella JP Morgan - colosso bancario americano - che avrebbe dovuto rappresentare il maggiore finanziatore del progetto attraverso un finanziamento di 3,5 miliardi di euro. La banca d'affari, già declassata dall'agenzia di rating Standard Ethics dopo il fallimento della competizione - da "EE-" a "E+", ha deciso di rilasciare alcune dichiarazioni al New York Times per rendere noto la propria volontà di defilarsi dalla Superlega:
Abbiamo chiaramente giudicato male il modo in cui questo accordo sarebbe stato visto dalla comunità del calcio e il modo in cui l’avrebbe interessata in futuro. Impareremo da questo
Calciomercato
Colpo Napoli, preso Simeone: sabato le visite mediche
26 MINUTI FA

Superlega: cronistoria di un progetto naufragato in 48 ore

Serie B
Eurogol di Man e Folorunsho: Parma-Bari finisce 2-2
37 MINUTI FA
Calciomercato
Le 5 trattative che vi siete persi oggi (12/08)
UN' ORA FA