Iker Casillas sta bene. E’ strano dirlo per una persona colpita da infarto del miocarido durante un allenamento, però è lui stesso a dare sue notizie dall’ospedale e anche il Porto assicura che la situazione si è risolta.

L’infarto e l’intervento in ospedale

Champions League
Casillas rassicura sui social: "Tutto sotto controllo, grazie mille per l'affetto"
01/05/2019 A 19:30

Casillas si stava allenando regolarmente con i compagni del Porto, quando si è sentito male. L’allenamento è stato interrotto per soccorrerlo e il portiere è stato trasportato in ospedale, dove gli hanno diagnosticato un infarto dovuto all’occlusione della coronaria destra. L’intervento al cuore è stato immediato e, da quanto si è appreso dalla stampa portoghese e spagnola, gli è stato inserito uno stent nel vaso sanguigno per risolvere l’ostruzione e ripristinare la normale circolazione.

La moglie in ospedale con lui

Ad assisterlo in ospedale, oltre allo staff medico, anche la moglie Sara Carbonero, che poi con una storia su Instagram ha voluto rassicurare tutti:

Fortunatamente si è trattato solo di uno spavento. Grazie mille per tutte le dimostrazioni di affetto e di preoccupazione. Come mi diceva oggi una buona amica, la vita ha volte ha questo strano modo di ricordarci di celebrare ogni battito

Il futuro di Iker

Casillas è ormai prossimo ai 38 anni (li compirà il 20 maggio) e chiaramente, anche se ancora giovane, in salute e costantemente controllato da uno staff medico, non è normale che venga colpito da un infarto cardiaco a questa età. Il club e il giocatore stesso ovviamente non si sbilanciano, perché è troppo presto e perché la cosa più importante è che Casillas sia vivo e stia bene, ma la sensazione è che la sua carriera da giocatore professionista si sia conlcusa qui, nonostante il contratto lo leghi al Porto fino al 2021. La TVE infatti, come riporta il quotidiano spagnolo AS, ha interpellato in merito un ex cestista e ora cardiologo, Juan Antonio Corbalán, a proposito dello scenario che si prospetta e la sua risposta è stata chiara:

Iker tornerà ad avere una vita normale, ma non giocherò più come sportivo professionista. Non si può giocare a calcio con uno stent coronarico, men che meno un portiere

Non è di certo il finale di carriera che Casillas aveva sognato, ma il lato positivo comunque c’è: poteva andare molto peggio.

L'articolo originale

Champions League
Infarto in allenamento per Casillas: ricoverato in ospedale ma è fuori pericolo
01/05/2019 A 19:00
SuperLiga
Calcio, Portogallo: Benfica campione, vince 37° titolo nazionale
18/05/2019 A 21:41