Questa volta Pepe l'ha fatta davvero grossa. Il difensore centrale del Porto, dopo la rissa in campo nella sfida Scudetto tra Porto-Sporting, ha continuato a litigare a fine gara prendendo a calci il direttore sportivo dei biancoverdi. Parliamo di Hugo Viana, ex centrocampista dello stesso Sporting, che con Pepe ha anche condiviso gli spogliatoi della Nazionale portoghese. E, dopo questo episodio, il centrale del Porto rischia 2 anni di squalifica per “comportamento violento”. Considerando che compirà 39 anni il prossimo 26 febbraio, quella contro lo Sporting potrebbe essere l'ultima partita della carriera per il centrale portoghese.
Dal referto dell'arbitro viene segnato che “Pepe ha preso a calci un dirigente della squadra avversaria, commettendo un atto di condotta violenta”. La sanzione, come ricorda il quotidiano A Bola, può variare dai due mesi a due anni, secondo il codice previsto dal regolamento disciplinare della Lega calcio portoghese. Quella dei due anni è la pena massima, ma il comportamento è stato molto violento ed ha un'aggravante se viene tenuto contro dirigenti o membri dello staff tecnico di una squadra avversaria.
Rischia lo stesso epilogo anche Bruno Tabata, 24enne dello Sporting che, secondo A Bola, avrebbe spinto Luís Gonçalves, allenatore del Porto, compiendo anche lui un atto di condotta violenta.
Europa League
Siviglia eliminato dal West Ham, passano Lione e Eintracht
17/03/2022 A 19:46

Maxi rissa tra Porto e Sporting Lisbona: il video

Champions League
City-Sporting 0-0, pagelle: Sterling si mangia due gol
09/03/2022 A 22:44
Champions League
City, questa volta niente goleada: lo Sporting strappa lo 0-0
09/03/2022 A 21:53