"Il fatto che i tre naufraghi di questo progetto abbiano vinto più titoli non significa che siano più intelligenti. Quella nota mostra l'ignoranza di ciò che sta accadendo nel calcio professionistico. Non andremo in rovina signor Perez, non andremo in rovina signor Laporta, non andremo in rovina signor Agnelli". Con questa dichiarazione il presidente della Liga, Javier Tebas, si scaglia contro Juventus, Real Madrid e Barcellona ovvero i tre club che ancora fanno parte a tutti gli effetti del progetto Superlega e che nelle scorse ore hanno diramato un comunicato congiunto nel quale hanno accusato l'UEFA di muoversi in violazione delle norme di legge e delle disposizioni della Corte di giustizia.

"Juve, Real e Barcellona giocano con la nostra ingenuità"

"Non dobbiamo nasconderci e non dobbiamo avere paura della correttezza politica per difendere principi che sono in serio pericolo come la meritocrazia. Il concetto di Superlega non è morto, è che pensano che siamo stupidi. Giocano con la nostra ingenuità, con il nostro silenzio, con il nostro politicamente corretto. Dobbiamo avere un atteggiamento fermo".
Calcio
Juve, Real e Barça: "Superlega? L'UEFA viola la legge"
26/05/2021 A 17:16

L'attacco a Infantino

"Il pericolo non sono solo Real Madrid, Juventus e Barcellona. Il pericolo è anche il presidente della FIFA. C'è stato un colpo di stato contro il calcio europeo. Sosteniamo solo ciò che decide la UEFA".

Gravina: "Superlega? Juve ha tempo e volontà per rimediare"

Calcio
Superlega: Uefa apre procedimento contro Real, Barça e Juve
25/05/2021 A 20:01
Calcio
Superlega, la FIFA sapeva tutto: la rivelazione del NY Times
20/05/2021 A 12:26