Josè Mourinho torna a parlare e lo fa in conferenza stampa alla vigilia della partita di Conference League in programma giovedì sera contro il CSKA Sofia. "Cinque vittorie non sono cinquanta. Non c'è ragione per essere ultra ottimisti e positivi. I risultati positivi sono comunque importanti perché aiutano il progetto di sviluppo della squadra. Anche i tifosi devono essere equilibrati come noi, devono capire che è un processo e stiamo lavorando solo da due mesi. C'è un'evoluzione? Sì, ma stiamo tranquilli. Contro il Sassuolo potevamo perdere 2-1, ma la nostra ambizione non è negoziabile. Turnover? Ovviamente lo farò, ma l'importante è mantenere una struttura".
Mi piacerebbe vincere la Conference, ma oggi siamo lontani dal farlo. Il primo passo è vincere il girone
Serie A
Mou bacchetta i giornalisti: "E' una conferenza prepartita, perché fate domande post?"
18/09/2021 A 16:24

Su Zaniolo

"Nicolò sta bene e l'infortunio è nel suo passato. Qualche giorno fa era stanco, capisco che quando vanno in Nazionale non c'è tanto tempo per lavorare. Se va in Nazionale e non gioca torna con capacità fisiche inferiori rispetto a quando lascia il club. Se sta bene è in condizioni di giocare domani".

Sul gruppo compatto

"I calciatori sono intelligenti e capiscono le cose. El Shaarawy ha capito che per me è importante. Non ho mai avuto una stagione in cui la formazione che ha cominciato è stata la stessa che ha finito. La stagione è un'autostrada, ma poi diventa tortuosa. I calciatori devono capire che senza di loro siamo morti, non possiamo giocare solo con 10 o 11 giocatori. Prima del Sassuolo ho detto ad El Shaarawy che è un titolare e che lo avrebbe fatto contro il CSKA Sofia. Sento la mia missione come leader molto facile perché è un bel gruppo".

Sulla Conference League

"Mi piacerebbe vincere la Conference, ma oggi siamo lontani dal farlo. Il primo passo è vincere il girone. Nessun giocatore andrà in vacanza o a riposare, saremo tutti lì".

Roma da Coppa o Campionato?

"Non so se questa squadra è più adatta alle coppe. Per noi il campionato è molto importante, ma voglio sempre la mentalità giusta. Quando ci sarà la Coppa Italia dovrà essere lo stesso. Voglio che la squadra sia pronta in tutte le competizioni. Contro il CSKA non gioca Vina ma Calafiori".

Da Mazzone a Mourinho, le corse che hanno fatto la storia

Serie A
Mourinho: "Il Dio del calcio ha voluto vincessi la mia 1000a partita"
12/09/2021 A 21:57
Serie A
Inter, senti Moratti: "Mourinho alla Roma? Lotterà per lo Scudetto"
05/09/2021 A 09:04