Mancano 11 mesi all’appuntamento con la Final Four di Nations League che si giocherà dal 6 al 10 ottobre 2021 in Italia ma il ct Roberto Mancini ha già una certezza: la sua Italia sarà pronta e saprà farsi valersi davanti al publico di San Siro (che si spera da qui ad ottobre 2021 possa tornare a frequentare gli spalti degli stadi italiani). Il ct azzurro ha commentato il sorteggio che vedrà la Nazionale contro le Furie Rosse di Luis Enrique, spiegando il proprio stato d’animo e ottimismo per una sfida carica di fascino e talenti in campo.

"Sarà una bella sfida con la Spagna. Sono un po’ come noi, hanno cambiato diversi giocatori confermando alcuni elementi esperti come Sergio Ramos, e sono tornati molto forti. Ma a questa Final Four partecipano forse le quattro migliori nazionali in Europa. E alla fine... vinceremo noi. L'obiettivo è migliorare ancora perché sono tanti anni che non siamo più la prima o seconda nazionale al mondo e lì vogliamo tornare. Francia e Belgio sono più avanti: una ha vinto il Mondiale, l’altra è in testa al ranking Fifa. Che sensazione hanno gli altri dell’Italia? Penso la stessa avuta dall’Olanda, che è venuta a giocare contro di noi facendo contropiede".

Serie A
Auguri a Mancini: "Diego mi regalò la sua ultima maglia"
27/11/2020 A 08:15

"Tifosi? Spero tornino già per gli Europei"

Nel corso della conferenza stampa online, il tecnico ha anche parlato della possibile presenza dei tifosi sulle tribune. Esprimendo un auspicio molto chiaro...

Spero che i tifosi tornino già per gli Europei o meglio ancora per le qualificazioni di marzo. Lo sport senza spettatori è altra cosa. Io spero che i tifosi tornino prima negli stadi. La mia speranza è questa. Quando si arriva a una final four con quattro nazionali così forti sarà un torneo aperto e sicuramente spettacolare”.

Mancini ha poi parlato della lista dei 23 per l’Europeo e dei continui problemi fisici che stanno tormentando in questo avvio di stagione Giorgio Chiellini:

Non vedo l'ora di ricominciare perché non ce la facevo a fare nulla tutto questo tempo. Si sono inseriti nuovi giocatori in questi mesi e altri se ne inseriranno in vista dell'Europeo. Poi si fanno le scelte, anche dolorose. Non sarà così semplice ma per noi sarà importante avere tutti a disposizione per poi chiamare i 23 che riterremo i più importanti in quel momento per noi. Si sono inseriti tanti giocatori. Quelli che si sono qualificati agli Europei sono avvantaggiati ma mancano diversi mesi e tutti devono poter ambire alla lista dei 23. Non sarà semplice compilare la lista per quello che hanno fatto. Chiellini? Mi spiace per l'infortunio di Giorgio che per noi è un uomo e giocatore importante. Avrà la possibilità comunque di recuperare. Baratterei una Champions con un Mondiale? Se nella mia carriera avessi dovuto rinunciare a una Champions per un Mondiale o un Europeo avrei barattato senza problemi".

Mihajlovic: "Maradona era il più grande per la sua umiltà"

UEFA Nations League
Nazionale: il calcio libero di Mancini e l'11 “condiviso”
20/11/2020 A 11:02
UEFA Nations League
Mancini: "Dopo 70-80 anni è cambiata la percezione sull'Italia"
04/12/2020 A 10:27