Nel bel mezzo delle crisi di Inter e Juventus, casi nazionali non meno del voto di domenica, riecco la Nazionale. Italia-Inghilterra a San Siro, ore 20,45. In palio, la qualificazione alla fase finale della Nations League. Non siamo messi bene, e vincere sia venerdì sera sia lunedì 26 settembre a Budapest, con l’Ungheria, potrebbe non bastare. L’ultima uscita risale al 14 giugno e fu una batosta: 5-2 per la Germania a Mönchengladbach. Il momento è delicato. Roberto Mancini naviga a vista. In conferenza, ha ribadito quanto l’eccesso di stranieri gli complichi i piani. Soprattutto in attacco. Dal 15 dicembre 1995, con la sentenza Bosman, lo sport è cambiato, frontiere aperte e liberi tutti. Essendo un Paese che ha conosciuto invasori di ogni risma, siamo diventati un popolo di invasi (e invasati). Come gli altri, più degli altri.

Mancini: "Il calcio è emozione, i fischi possono anche capitare"

Lo ricordavo in occasione della ricorrenza del Mundial spagnolo: dall’estate del 1980, anno che sancì la fine dell’autarchia imposta dal fiasco "coreano" di Middlesbrough ‘66, se ne poteva tesserare uno; due dal 1° luglio del 1982. Non c’è paragone, dunque, fra le praterie di Enzo Bearzot e i cortili dell’attuale ct, orfano addirittura di Ciro Immobile. L’ultimo dei Mohicani: l’unico centravanti italiano delle "sorellastre" che si contendono lo scudetto. Con Andrea Belotti riserva di Tammy Abraham nella Roma. Dal 14 maggio 2018, giorno dell’insediamento, il Mancio ne ha convocate e ruotate una trentina, di punte o sedicenti tali. La prima fu Mario Balotelli.
UEFA Nations League
Mancini perde anche Immobile: salta Italia-Inghilterra
23/09/2022 ALLE 08:13
Sembrava che Immobile, a 32 anni, si fosse chiamato fuori. Cannoniere nella Lazio, al netto degli allenatori (Simone Inzaghi, Maurizio Sarri), figurante in azzurro, come documenta il suo ruolino (15 gol, 8 dei quali con Mancini, in 55 presenze). Ammettiamo pure che gli schemi siano diversi e il fitto palleggio lo danneggi. Impossibile, però, ridurre la differenza ai sistemi di gioco, al trasloco. Si rimbalza, così, fra la corona europea del 2021 e la bocciatura mondiale, seconda consecutiva, che la Macedonia del Nord ci ha inflitto il 24 marzo a Palermo.

Ciro Immobile e Roberto Mancini

Credit Foto Getty Images

C’è poi un dettaglio, non marginale, che sorvola la cronaca e riguarda la storia. Il goleador assoluto è sempre Gigi Riva: 35 reti in 42 partite, campione d’Europa nel 1968 e vice campione del Mondo nel ’70. I calendari più scarni e una doppia frattura alle gambe gli impedirono d’incrementare il bottino. Alta resta la media (0,83), non il "fatturato". In Ungheria, Ferenc Puskas ne ha realizzati 84 in 89 gare (0,94); fra gli inglesi spicca Wayne Rooney, con 53 in 120 (0,44); la Polonia premia Robert Lewandowski, 76 in 131 (0,58); il Portogallo onora, naturalmente, Cristiano Ronaldo, cannibale da 117 in 188 (0,62).
Ne ho citati alcuni fra i tanti per rendere l’idea. Certo, il declino è costante; e la media di Immobile, modesta: 0,27. Non v’è dubbio che la stirpe dei numeri dieci, da Giuseppe Meazza a Roberto Baggio, abbia contribuito a offrire strade alternative alla presenza e all’incidenza di un "nove" classico, fosse pesante come Silvio Piola e Bobo Vieri, o cacciatore di attimi alla Paolo Rossi. Nello stesso tempo, la tradizione italianista (e, quindi, difensivista) non ha ostacolato l’esplosione degli Alessandro Altobelli e dei Gianluca Vialli. Nel 2006, ci laureammo campioni con Luca Toni, un Piola riveduto e allargato, autore di due gol: come Marco Materazzi, lo stopper.
L’ordalia del Meazza, classica d’antica tempra, permetterà di aggiornare i lavori. Ci sono infortunati, ci sono problemi, ci sono nuvole. C’è, soprattutto, la malinconia che il 20 novembre, in Qatar, comincerà un Mondiale senza di noi. Colpevoli di non aver segnato ai macedoni.

Mancini: "Con l'Inghilterra sarà dura, servono spirito e gioco semplice"

UEFA Nations League
Immobile: "In Nazionale su di me creato un caso inutile"
29/09/2022 ALLE 16:46
UEFA Nations League
Chi è Šeško, il 2003 sloveno che ha replicato il gol di Totti
28/09/2022 ALLE 10:14