Italia-Inghilterra, match valido per la quinta giornata dei gironi di Nations League, è terminato sul punteggio di 1-0, frutto di un super gol messo a segno nella ripresa da Giacomo Raspadori. Gara arbitrata dallo spagnolo Jesus Gil Manzano. Con questo risultato l'Italia resta seconda nel girone 3 dietro all'Ungheria, che lunedì 26 settembre visiterà in uno scontro diretto per il primo posto. L'Inghilterra, invece, è matematicamente retrocessa in Lega B.
Qui di seguito le 5 verità che ci ha lasciato la partita di San Siro.

1) Si riparte da Raspadori (e da quelli come lui)

Mondiali
Galles-Inghilterra 0-3, pagelle: il terzino Bale è un fantasma
IERI ALLE 21:20
La vera domanda, dopo il gol gioiello di Giacomo Raspadori all'Inghilterra, è: ma è stato più bello l'aggancio sul lancio da casa sua di Bonucci o il destro a giro alle spalle di Pope? La risposta è che l'attaccante del Napoli, preso in estate dal Sassuolo al termine di un lunghissimo - e giustificato - corteggiamento, è uno di quelli da cui bisogna forzatamente ripartire per provare a ricostruire dalle macerie della seconda estromissione di fila dalla fase finale di un Mondiale. Forse non sarà ancora un campione, però l'ex neroverde ha le caratteristiche che servono: sa trattare il pallone, spezzare in due partite bloccate, ha la personalità del giocatore fatto e finito nonostante sia in una grande squadra da poco più di un mese. Lo aveva già dimostrato in Turchia, nella serata più deprimente possibile; lo ha confermato ieri in un contesto leggermente più prestigioso.

Giacomo Raspadori esulta dopo il gol segnato durante Italia-Inghilterra - Nations League 2022-23

Credit Foto Getty Images

2) Il 3-5-2 ha funzionato e andrà riproposto

Mai Roberto Mancini aveva abbandonato il fidato 4-3-3, quello della ripartenza post Ventura e del trionfo di Wembley. O meglio: lo aveva fatto, ma solo a gara in corso e in situazioni eccezionali. A San Siro, senza mezza squadra, ha deciso di cambiare. Ed è andata bene. La difesa ha trovato solidità con un elemento in più, Toloi ha sfornato una prestazione più che buona, Bonucci - oltre al lancio millimetrico per Raspadori - si è confermato guida difensiva in un vestito tattico che conosce da anni alla perfezione. Insomma, esperimento promosso. E da riproporre.

3) Bonucci come Chiellini: guai a darlo per finito

Magari non sarà un leader, come sostenuto qualche giorno fa dal tifo più caldo della Juve. Sarà pure in là con l'età, starà vivendo settimane complicate dal punto di vista personale e di squadra. Ma Leonardo Bonucci sa sempre come sorprendere. Non tanto in impostazione, una delle sue specialità, quanto nella capacità di mantenere compatto un intero reparto. Da uomo-guida, come si diceva. Come accaduto contro l'Inghilterra. E così la memoria corre al 2021, quando Giorgio Chiellini, che qualcuno non voleva più in Nazionale per raggiunti limiti d'età, alzava il trofeo dell'Europeo da protagonista. Guai a dare per finita gente così.
Partita serissima, da vero capitano. Schierato a 3 è ancora una sempreverde garanzia. Splendido il lancio per Raspadori, specialità della casa [Dalle pagelle di Italia-Inghilterra]

Harry Kane e Leonardo Bonucci durante Italia-Inghilterra - Nations League 2022-23

Credit Foto Getty Images

4) I cross di Dimarco servivano come il pane

Ottimo anche Federico Dimarco, preferito a Emerson nel ballottaggio prepartita. Non sempre preciso, quello no, ma volenteroso e capace di sfruttare nel migliore dei modi la propria arma migliore: un piede delicato come pochi. Non è un caso che l'unica vera palla gol dell'incontro prima della rete di Raspadori - in entrambe le aree, non soltanto in quella inglese - sia nata così: con Dimarco a crossare dal fondo e Scamacca a incornare verso Pope. E nel finale solo il palo ha impedito all'ex veronese di trovare il suo primo gol con l'Italia. Poco male: Dimarco ha confermato di poter essere un elemento prezioso, con caratteristiche diverse da quelle di Emerson, giocatore forse più tecnico ma meno verticale. Come Raspadori, è un altro su cui si può e si deve ripartire.

Federico Dimarco e Reece James durante Italia-Inghilterra - Nations League 2022-23

Credit Foto Getty Images

5) Inghilterra in Lega B: che delusione

D'accordo, probabilmente tutti noi avremmo barattato una figuraccia del genere pur di andare in Qatar a novembre. Però una retrocessione è una retrocessione. E se arriva con una giornata d'anticipo, come nel caso dell'Inghilterra, è una sorta di impresa al contrario. I vice-campioni d'Europa nella Lega B di Nations League: fa strano solo pensarlo. Eppure è il culmine di mesi strani, complicati, nei quali il ct Southgate non è più riuscito a dare continuità di gioco e di risultati: nelle ultime cinque partite, gli inglesi hanno perso tre volte e racimolato appena due pareggi. Come sprecare una quantità di talento che rimane altissima.

Mancini: "Il calcio è emozione, i fischi possono anche capitare"

Mondiali
Inghilterra, facile 3-0 al Galles: agli ottavi sfiderà il Senegal
IERI ALLE 18:45
Mondiali
Castelletto, il bomber difensore del Camerun con sangue italiano
28/11/2022 ALLE 10:52