Giuseppe Abbagnale (assieme al fratello Carmine e al timoniere Giuseppe Di Capua, con cui ha conquistato due ori olimpici a Los Angeles e Seul e sette titoli mondiali) è stato uno degli eroi sportivo delle telecronache più iconiche di Giampiero Galeazzi, scomparso oggi all’età di 75 anni. Ecco le sua parole al Corriere della Sera a poche ore dalla notizia della morte del noto giornalista sportivo:
"Un personaggio a tutto tondo, competente e di simpatia travolgente: non era solo una voce del canottaggio ma il nostro sport per lui ha rappresentato una naturale collocazione. Ne conosceva virtù, problemi, sapeva quanta fatica e forza di volontà richiedeva".

Sulle telecronache di Galeazzi

Canoa
Pauline Ferrand-Prévot fa 4 Mondiali in carriera: rivivi l'arrivo
28/08/2022 ALLE 13:56
"A casa io e Carmine abbiamo una lunga collezione di cassette Betamax e Vhs e di lettori d’epoca. Ai nostri tempi erano l’unico supporto di memoria: oggi troviamo tutto su Youtube ma per noi quelli sono reperti storici. Giampiero ha commentato quasi tutte le nostre gare, ma direi che la telecronaca dei Giochi di Seul è quella rimasta nella memoria collettiva e personale".

Sulla malattia

"Seguivo costantemente la sua salute tramite la figlia Susanna: due settimane ci eravamo visti a una gara sul Tevere e lei mi ha aveva rassicurato sui miglioramenti di papà. E invece oggi mi arriva una notizia che mi lascia sconcertato. Di certo avrà lottato: Giampiero era canottiere dentro, lottatore per indole".

Abagnale in esclusiva tra Tokyo, Rio e... Abbagnale!

Canoa
Legends Live On: Tony Estanguet, dai Pirenei ai tre ori olimpici
16/09/2021 ALLE 09:01
Tokyo 2020
GERMANIA, CHE RIMONTA NEL K4 500M: CONTROSORPASSO NEL MEDAGLIERE
07/08/2021 ALLE 06:43