Dopo i due ori della mattinata nel quattro di coppia pesi leggeri e nel singolo del pararowing, l’Italia si conferma campione d’Europa del quattro di coppia senior nella rassegna continentale di canottaggio in corso a Monaco di Baviera (Germania). Nicolò Carucci, Andrea Panizza, Luca Chiumento e Giacomo Gentili hanno vinto con grande personalità, prendendo la testa sin dalla partenza e non mollandola più fino al traguardo. Gli azzurri si sono imposti con il crono di 6’06″77, precedendo di 1″08 la Polonia, favorita della vigilia, e di 1″50 la Romania.
E dire che questo equipaggio è stato messo assieme dal dt Franco Cattaneo solo nelle ultime settimane a seguito di varie vicissitudini legate al Covid. Inizialmente Carucci e Chiumento avrebbero dovuto disputare il doppio; l’emergenza li ha spinti sul quattro di coppia, con l’esperimento che ha subito funzionato sin dalla tappa di Coppa del Mondo a Lucerna. Una formazione cambiata per metà rispetto al passato recente: solo Gentili e Chiumento sono stati confermati dopo la sfortunata esperienza delle Olimpiadi di Tokyo 2020, quando un problema ad un filaremo occorso a Luca Rambaldi privò gli azzurri di un probabile oro. L’altro componente di quell’imbarcazione, il veterano Simone Venier, in questa rassegna continentale sta disputando il doppio senior insieme a Davide Mumolo, con cui ha arpionato la qualificazione per la finale.
Europei di canottaggio
Italia d'oro col quattro di coppia pesi leggeri e con Perini
13/08/2022 ALLE 10:10
Nell’atto conclusivo odierno, l’Italia ha dato sfoggio ad una vera e propria partenza sprint, transitando ai 500 metri con oltre due secondi di vantaggio su tutte le avversarie. Da metà gara in poi la Polonia ha provato ad invertire l’inerzia della regata, erodendo progressivamente il gap dei portacolori del Bel Paese e portandosi ad appena 5 metri di distanza. Negli ultimi 300 metri, tuttavia, il proverbiale serrate finale degli italiani ristabiliva le distanze e consentiva al quattro di coppia di conquistare un oro in una delle specialità olimpiche più prestigiose.
La classe di Gentili e Panizza non la scopriamo oggi: già nel 2018 si laureavano campioni del mondo nel quattro di coppia insieme a Luca Rambaldi ed al compianto Filippo Mondelli. L’innesto di due giovani come Chiumento e Carucci (quest’ultimo probabilmente il più grande talento azzurro dell’ultima generazione) ha reso questa barca potenzialmente devastante, peraltro con margini di miglioramento ancora sconfinati. Per il dt Franco Cattaneo resta la missione di riportare in alto anche il doppio senior, tuttavia nel frattempo può godersi un quattro di coppia spettacolare, che sin da ora promette scintille sia in vista degli imminenti Mondiali di Racice sia delle Olimpiadi di Parigi 2024.

Tontodonati-Gobbi conquistano il bronzo nel doppio femminile

Kiri Tontodonati e Stefania Gobbi centrano l’obiettivo della vigilia e conquistano la medaglia di bronzo nel doppio femminile in occasione della terza giornata dei Campionati Europei di canottaggio 2022 in corso di svolgimento a Monaco di Baviera (in Germania). L’equipaggio azzurro si è reso protagonista di una bella progressione nella seconda parte di gara, passando dal quinto posto dei 500 metri alla terza piazza conclusivo con il tempo di 7’23″04 dopo aver superato la Polonia e – nell’ultimo mezzo chilometro – la Lituania.
Titolo continentale alla Romania con la formidabile coppia composta dalle campionesse olimpiche in carica Ancuta Bodnar e Simona Radis (7’14″85), che hanno dominato la competizione dal primo all’ultimo metro rifilando quasi 7″ all’Olanda di Roos de Jong e Laila Youssifou e 8″19 alle italiane. Ai pedi del podio in quarta piazza a 14″25 di ritardo la Lituania, crollata negli ultimi 500 metri dopo aver occupato a lungo la terza posizione, mentre non sono mai state realmente in corsa per le medaglie Gran Bretagna (quinta a 18″55) e Polonia (sesta a 22″86).

L'otto maschile è terzo al fotofinish

Nell’otto maschile Vincenzo Abbagnale, Cesare Gabbia, Emanuele Gaetani Liseo, Matteo Lodo, Marco Di Costanzo, Matteo Castaldo, Giuseppe Vicino e Leonardo Pietro Caprina, con Enrico D’Aniello timoniere, conquistano il bronzo. Oro alla Gran Bretagna in 5:49.67, argento ai Paesi Bassi in 5:54.21 (+4.54), terza l’Italia in 5:55.08 (+5.41). Beffata la Germania, quarta in 5:55.45 (+5.78), più staccata la Romania, quinta in 6:01.46 (+11.79). Al fotofinish l’equipaggio azzurro riesce a sopravanzare nuovamente la Germania: medaglia di bronzo dal peso specifico importantissimo per l’imbarcazione ammiraglia, che scaccia via i problemi ed i mille pensieri della vigilia cogliendo il podio europeo. Medaglia che non arrivava dai Mondiali 2006.

L'amicizia oltre la guerra: la storia di Dmitriy Mikhay e Jack Beaumont