Il tentativo di record di Alex Dowsett ha riacceso la curiosità sul record dell'ora in pista. Il britannico non è riuscito a migliorare il precedente record di Campenaerts, ma resta una grande occasione per migliorare se stessi. Un qualcosa, se vogliamo, anche di poetico perché non si combatte contro nessuno, solo contro la propria prestazione. Il record dell'ora è una gara assolutamente a sé stante che non fa parte di alcun circuito. Ci sono le regole UCI ma, a parte questo, è totale anarchica. Ci sono le gambe e la testa che controlla, e via a pedalare. Sono solo tre gli italiani (riconosciuti) ad aver portato a casa questo record dell'ora, ma siamo sicuri che nei prossimi anni qualcun altro possa aggiungersi alla lista.
GANNA BATTERÀ IL RECORD DI CAMPENAERTS?

Filippo Ganna può fare il record dell'ora?

UCI Champions League
Silvia Zanardi, la stella dell'Italia nella nuova Champions League
03/11/2021 A 09:46
Assolutamente sì. Chi, nel passato, ha fatto il record dell'ora, tendenzialmente, o era un grande inseguitore su pista (parliamo comunque di una disciplina su pista, fatta in un velodromo) o un grande cronoman su strada. Beh, Ganna unisce le due performance. Basti pensare che è campione del mondo a cronometro da due anni di fila ed è stato campione del mondo nell'inseguimento individuale in quattro occasioni. Insomma, ci sono tutti gli elementi e gli ingredienti per far sì che Ganna prima o dopo faccia questo grande passo. Il ritmo non gli manca e i 55 km in un'ora non sembrano essere proibitivi, tutt'altro considerando le prestazioni che ha macinato il verbanese in queste ultime due stagioni. Anche la statistica è dalla sua, considerando che ben 7 corridori che hanno firmato il record dell'ora hanno vinto in carriera anche il Mondiale di inseguimento individuale. Se tanto mi da tanto...
Corridori che hanno vinto il Mondiale di inseguimento e fatto il record dell'ora:
-Fausto Coppi
-Roger Rivière
-Ferdinand Bracke
-Chris Boardman
-Bradley Wiggins
-Francesco Moser
-Graeme Obree

Ganna che reazione! Rivivi il sorpasso su Imhof dopo due km

Olmo, Coppi e Baldini: tre italiani nella storia ma Moser...

Ganna e, anche Jonathan Milan aggiungiamo, possono inserirsi nella lista di quei corridori che hanno conquistato il record dell'ora. Ad oggi sono solo tre gli italiani che hanno trovato la 'gloria' in questo senso. Il primo a farlo fu Giuseppe Olmo che il 31 ottobre 1935 completò 45,090 km in un'ora al velodromo Vigorelli di Milano. Fu il primo della storia a superare i 45 km/h, tanta roba considerando che a Olmo fu proposta questa 'corsa' solo il giorno prima. Poi toccò a Fausto Coppi nel '42 con un fantastico 45,798 km. Anche lui si allenò pochissimo in pista perché non poteva esserci la moto di allenamento davanti a sé (non c'era carburante a disposizione) e, soprattutto, eravamo sotto bombardamenti. Il giorno della gara, infatti, fu comunicato un orario falso della prova per evitare assembramenti presso il velodromo. Ultimo Ercole Baldini nel '56 con un 46,394 km che tolse il record a Jacques Anquetil. Da allora, purtroppo, basta. Come non dimenticare poi la doppietta di Francesco Moser nel 1984: prima 50,808 km del 19 gennaio '84, poi 51,151 km del 23 gennaio 1984. L'UCI però tolse questo riconoscimento a Moser, ma anche a Boardman, Rominger, Indurain e altri, per l'utilizzo delle ruote lenticolari (non usate a quel tempo). Ecco perché Lo Sceriffo non figura nell'Albo d'Oro del record dell'ora.

Francesco Moser: "Che onore il record dell'ora nell'84"

Ma quando Ganna potrà fare questo record?

Ma quando arriverà il momento di vedere Ganna in pista? È stato lo stesso verbanese a confermare l'interesse per questo risultato, ma solo fra qualche anno. Ai tempi si poteva preparare un 'record dell'ora' in un giorno, oggi è meglio se non ti presenti se non hai alle spalle mesi di allenamento dedicato a questo tipo di prova, oltre agli studi sui fattori esterni (temperatura, pressione atmosferica, percentuale di umidità) del velodromo dove si farà il tentativo. Più una serie di investimenti sulle componentistiche tecniche d'avanguardia da applicare alla propria bici. Insomma, un tentativo di record dell'ora non si improvvisa.
Ho provato a Montichiari dopo un periodo d’altura dopo il Giro, ma è durato solo 30 minuti, ed è stato davvero faticoso. Ho capito che va programmato tutto per bene, è qualcosa che richiede uno sforzo incredibile. Vedremo in futuro, ne parleremo più avanti. Speriamo un giorno di stappare una buona bottiglia di rosé per festeggiare. [Ganna sul record dell'ora]
Per fare questo, dunque, ci vuole massima libertà da parte della propria squadra ad agire per questo determinato obiettivo e, al momento, non ci sembra che la Ineos Grenadiers possa garantire a Ganna X mesi di tempo per prepararsi a questa meta. Idem fare come Dowsett, ovvero di posticipare il tentativo - semplicemente - a fine stagione. Il fatto che il britannico arrivasse a questo appuntamento dopo 58 giorni di corsa ufficiali nel 2021, sicuramente non l'ha aiutato nella sua performance.

"Ciclismo a 150 cm" tra crono e record dell'ora: ce ne parlano Filippo Ganna e Francesco Moser

Dove e come guardare la Track Champions League

Tutte le prove di Track Champions League di ciclismo su pista saranno trasmesse in diretta in live-streaming su Eurosport Player (anche su TIMVISION) e su Discovery+, il nuovo servizio ott di Discovery con tutto il meglio dell’intrattenimento e della programmazione sportiva di Eurosport. Potrete seguire le gare anche in diretta su Eurosport 1 (canale 210 di Sky, disponibile anche su DAZN). Tutte le prove saranno poi disponibili On Demand su Eurosport Player e Discovery+.

SPORT EXPLAINER: Ciclismo su pista

UCI Champions League
Montepremi da 500mila euro, diviso equamente tra uomini e donne
02/11/2021 A 08:53
UCI Champions League
UCI Champions League, tutto quello che c'è da sapere
25/10/2021 A 11:11