Una favolosa Letizia Paternoster si conferma nella corsa a punti e conquista la medaglia d’argento nell’omnium femminile ai Mondiali di ciclismo su pista, esattamente come un anno fa. A Berlino, dopo le prime tre gare (scratch, cronometro ed eliminazione), l’azzurra riesce a difendersi egregiamente dagli assalti delle rivali e chiude al 2° posto a quota 109 punti, dietro alla giapponese Yumi Kajihara (121 punti) che ha fatto corsa a sé per tutta la giornata. A completare il podio è la polacca Daria Pikulik che si ferma a 100 punti, nonostante il tentativo di rimonta nel finale.

Mondiali
Ganna nella storia! 4° titolo Mondiale nell'inseguimento: il cielo è azzurro sopra Berlino
28/02/2020 A 19:43

I primi attacchi sono di Wild e Valente, che provano a ribaltare la situazione in classifica. Kajihara, invece, vince il primo degli otto sprint in programma e mette un’ipoteca sulla medaglia d’oro, portandosi a 25 punti di vantaggio su Paternoster. La gara è massacrante e le atlete danno tutto in pista: c’è grande bagarre per ottenere un piazzamento sul podio, con Pikulik e Martins a battagliare con l'azzurra. Se la 22enne giapponese si assicura il primo posto con un certo anticipo, la seconda piazza si decide soltanto all’ultimo sprint: Paternoster si mette a ruota di Pikulik e la sorpassa negli ultimi metri, assicurandosi così una meritata medaglia d’argento, lasciando il bronzo alla polacca. Quarta posizione per la portoghese Maria Martins (92 punti), mentre chiudono quinte a pari merito la statunitense Jennifer Valente e la danese Amalie Dideriksen (86 punti).

Bravissima Letizia Paternoster! Ancora una medaglia ai Mondiali: rivivi il suo splendido argento

Mondiali
Da Viviani a Ganna, da Paternoster a Milan: che cosa ci hanno lasciato i Mondiali di Berlino
02/03/2020 A 17:05
Mondiali
Altro giro, altra medaglia per l'Italia: la coppia Paternoster-Balsamo è bronzo nella Madison
29/02/2020 A 17:29