Dopo il miglior tempo fatto segnare nelle qualifiche, l'Italia non è riuscita però ad ottenere il pass per la finale di Nations Cup nel velodromo di Glasgow. Il quartetto azzurro, infatti, non è andato oltre il 3'52''311 contro la Gran Bretagna che è approdata in finale dove sfiderà la Francia. All'Italia campione del mondo e campione olimpica, invece, un posto nella finalina 3°/4° posto contro la Danimarca. A pesare su questo risultato, ovviamente, l'assenza di Filippo Ganna che non ha gareggiato nel pomeriggio a differenza delle qualifiche. Ma perché non è sceso in pista?
In realtà Ganna non aveva messo in conto questo appuntamento nel suo calendario, dopo la fitta rete di gare affrontate nella prima parte di stagione tra corse a tappe e Classiche. La sua convocazione alla Nations Cup era solo per dare una spinta all'Italia che, se avesse superato le qualifiche, avrebbe ottenuto il pass per i prossimi Mondiali di Parigi ad ottobre. A Ganna quindi il compito di portare l'Italia tra le migliori quattro, poi sarebbe stato sostituito. Ovviamente la spinta che dà il verbanese nell'ultimo km è difficile da replicare ed ecco spiegato il risultato non ottimale in semifinale.
C'è da dire che Ganna arrivava dall'intensa Parigi-Roubaix corsa lo scorso 17 aprile e dopo l'Inferno del Nord avrebbe dovuto osservare un periodo di stacco per preparare invece i prossimi obiettivi della stagione. Tonerà su strada a fine maggio per il Tour di Norvegia, quest'anno non correrà il Giro d'Italia, e poi il Giro del Delfinato per affinare la preparazione in vista del Tour de France.
Mondiali
Italia male senza Ganna: ko con la Gran Bretagna in semifinale
21/04/2022 A 16:26

L’INNO DI MAMELI SUONA PER GANNA, LAMON, MILAN E CONSONNI

Ciclismo su Pista
Villa: "Se Ganna vorrà battere il Record dell'Ora, lo aiuterò"
30/12/2021 A 15:19
Mondiali
Odissea finita: le bici rubate a Ganna e compagni sono rientrate
16/11/2021 A 18:42