All'Izu Velodrome di Tokyo l'Italia del ciclismo su pista sta facendo stropicciare gli occhi ad addetti ai lavori ed appassionati. La squadra maschile, trainata da un incontenibile Filippo Ganna, ha centrato la finale con la Danimarca stabilendo il nuovo record del mondo. Al femminile, il quartetto guidato da Letizia Paternoster ed Elisa Balsamo ha chiuso invece al sesto posto, ma con un crono che sarebbe valso l'oro a Rio. Ecco le parole di Cordiano Dagnoni, presidente della Federciclismo italiana.
"E’ un’ emozione grande perché eravamo al limite, sul filo dei centesimi con i neozelandesi. - spiega per la prova al maschile - Sono stati tutti bravissimi ma Ganna ha colpito per il numero finale che ha trainato il resto della squadra. I meriti di questo risultato sono da attribuire non solo ai ciclisti, ma ad un movimento che da anni lavora per raggiungere questo tipo di obiettivi: Il risultato premia il lavoro di Villa che ha saputo creare un gruppo di lavoro coeso."

Filippo Ganna, Francesco Lamon, Simone Consonni, Jonathan Milan - Team Pursuit Finals Italy - 2020 World Championship Berlin - Getty Images

Credit Foto Getty Images

Tokyo 2020
Il ciclismo su pista a Tokyo 2020: gare, qualificati, calendario
17/06/2021 A 10:24
"Bravi anche Diego Bragato e Fabio Masotti, che non sono potuti essere qui per il limite di pass messi a disposizione per ogni disciplina Olimpica. Il record è qualcosa di straordinario, che porta onore e lustro a tutta la Federazione. Il quartetto rappresenta la bontà di una scuola che viene da lontano. Questa specialità non è solo watt ma anche cuore. I ragazzi oggi ne hanno messo tanto in pista. Una medaglia l’abbiamo già messa al collo e domani ci giochiamo l’oro con la serenità di chi sa di aver fatto tutto il necessario”
Queste invece le parole di Ganna, vero leader del quartetto maschile: "Nel nostro gruppo c’è già qualcuno che ha vinto una medaglia importante (Elia Viviani) lui sa cosa vuol dire e io vorrei condividere questa gioia. Dobbiamo tenere duro ancora 24 ore, poi se vogliono ubriacarsi li accompagno io. Alcune nazioni hanno detto che il mio manubrio non era omologato, ma lo era dall’Uci, ci hanno voluto mettere i bastoni tra le ruote. Domani dobbiamo guardare noi stessi e fare la gara su noi stessi. Cercheremo di far divertire l’Italia”

Filippo Ganna e il gruppo azzurro della pista, Ciclismo su Pista, Tokyo 2020 Getty Images

Credit Foto Getty Images

"Oggi abbiamo fatto davvero bene. I miei compagni di squadra hanno dimostrato che tutto il lavoro che abbiamo fatto in questi anni è stato ripagato. Sono davvero grato a tutti loro. Sembra uno scherzo, ma dovevamo iniziare con 13″6 secondi (tempo previsto per il primo giro) ma poi il secondo era già di 13,3 secondi e ho pensato, ‘Ok, ragazzi fate quello che volete, andiamo”. Indipendentemente dai nostri avversari, dobbiamo solo seguire le istruzioni di chi è con il tablet a bordo pista e fidarci di lui. È il nostro faro” ha concluso Ganna.
Il medagliere | Il calendario completo | Gli Azzurri
Dino Saivoldi, responsabile del team femminile, ha invece commentato così la prova delle azzurre (la cui età media era di soli 22 anni): "“Dispiace il sesto posto perché forse nella finale contro l’Australia abbiamo perso la quinta piazza per distrazione. Nel complesso sono soddisfatto, abbiamo corso sui tempi previsti."

Rachele Barbieri, Elisa Balsamo, Letizia Paternoster, Vittoria Guazzini

Credit Foto Getty Images

“Ci siamo ulteriormente migliorati ed era difficile poter ambire ad una medaglia visto il valore delle avversarie, che sapevamo essere molto alto – ha proseguito Salvoldi – Siamo in una fase di crescita. Sappiamo quali sono i nostri valori ed anche quali sono le cose sui cui possiamo migliorare. Tra tre anni a Parigi saremo sicuramente in grado di lottare per una medaglia.”
Guarda tutte le gare delle Olimpiadi di Tokyo 2020 abbonandoti a Discovery+: 3000 le ore live, fino a 30 canali in contemporanea dedicati a tutte le 48 discipline e a tutti i 339 eventi previsti. E potrai rivedere quando vuoi tutte le gare nella sezione VOD. Abbonati ora su discoveryplus.it!

SPORT EXPLAINER: Ciclismo su pista

Tokyo 2020
KEIRIN, JASON KENNY LEGGENDARIO: 7° ORO OLIMPICO IN FUGA
08/08/2021 A 06:39
Tokyo 2020
VALENTE, VITTORIA DI TESTA: ORO NELL'OMNIUM, BALSAMO 14ª
08/08/2021 A 06:29