L’Italia dell’inseguimento individuale inizia nel migliore dei modi le Olimpiadi. Filippo Ganna, Francesco Lamon, Jonathan Milan e Simone Consonni hanno sbriciolato il precedente record italiano e hanno realizzato il tempo di 3’45″895. Solo i campioni del Mondo della Danimarca, che hanno finito la prova in 3’45″014, sono riusciti a fare meglio rispetto ai rappresentati del Bel Paese. Il quartetto dello Stivale, dunque, si giocherà, al prossimo turno, la finale per l’oro.
Il terzo tempo, l’unico, peraltro, accostabile ai primi due, lo ha fatto registrare la Nuova Zelanda. I vicecampioni del Mondo, infatti, hanno confezionato un ottimo 3’46″079. Quarto tempo provvisorio per il Regno Unito. Il quartetto dei campioni uscenti, nonostante l’inserimento del giovane e talentuoso Ethan Vernon, non è al livello di quelli che, in passato, hanno monopolizzato la disciplina. I sudditi di sua maestà hanno fermato il cronometro in 3’47″507.

GANNA, PROVA MONSTRE! RIVIVI LO SPRINT VALIDO PER IL RECORD ITALIANO

Tokyo 2020
Il ciclismo su strada a Tokyo 2020: gare, percorso e calendario
10/03/2020 A 15:04

Finale anche per Paternoster, Balsamo, Guazzini e Barbieri

L'Italia dell'inseguimento femminile stampa il quarto tempo nelle qualificazioni delle Olimpiadi di Tokyo 2020 e domani si giocherà l'accesso alla finale per l'oro. Letizia Paternoster, Elisa Balsamo, Vittoria Guazzini e Rachele Barbieri sono state precedute solamente dagli Stati Uniti, dalla Gran Bretagna e da una Germania che ha sfornato una prestazione incredibile, distruggendo il precedente record del mondo.
Il medagliere | Il calendario completo | Gli Azzurri
Dopo la buona prestazione della Francia, è stato il turno delle azzurre. Le Rocket Girls sono partite più piano rispetto alle francesi, ma nell'ultimo chilometro e mezzo, sotto l'impulso di Elisa Balsamo, le portacolori del Bel Paese hanno cambiato passo e hanno sgretolato il record italiano fermando il cronometro in 4;11;666. Dopo le azzurre, sono scese in pista le tedesche che hanno lasciato tutti a bocca aperta.

4° POSTO E RECORD ITALIANO PER LE AZZURRE DELL'INSEGUIMENTO A SQUADRE

La Germania, trascinata da Mieke Kroeger, che è rimasta in testa per oltre due chilometri, ha fatto registrare il nuovo record del mondo. Successivamente è toccato agli Stati Uniti. Chloe Dygert e compagne hanno fatto un grande tempo, 4;10;138, ma non si sono avvicinate alle tedesche ed hanno anche palesato qualche difficoltà nel finale con la stessa Dygert che stava staccando le altre rappresentanti degli USA. Per ultima è partita la Gran Bretagna, che nei primi tre chilometri ha girato su tempi pazzeschi. Nei mille metri conclusivi, però, le britanniche, che avevano evidentemente chiesto troppo al loro fisico, si sono sfaldate e si sono dovute accontentare di chiudere al secondo posto in 4;09;022.
Guarda tutte le gare delle Olimpiadi di Tokyo 2020 abbonandoti a Discovery+: 3000 le ore live, fino a 30 canali in contemporanea dedicati a tutte le 48 discipline e a tutti i 339 eventi previsti. E potrai rivedere quando vuoi tutte le gare nella sezione VOD. Abbonati ora su discoveryplus.it: dal 19 luglio al 1 agosto, 3 giorni di free trial e abbonamento per 12 mesi a 29,90 euro complessivi. Attiva la promozione!

SPORT EXPLAINER: Ciclismo su strada

Tokyo 2020
Ganna punta ora alla Parigi-Roubaix: "Non mi fermo qui"
08/08/2021 A 17:47
Tokyo 2020
Dagnoni: "Cassani? Abbassiamo i toni, pensiamo alle gare"
31/07/2021 A 21:28