Emozioni, felicità e spettacolo. È questo il mix della prima edizione della UCI Track Champions League, che dopo l’esordio di Maiorca, il passaggio a Panevezys e le due serate londinesi, trova il suo epilogo. Nella velocità maschile trionfa Harrie Lavreysen, tanto forte quanto caparbio nel resistere agli attacchi di Stefan Botticher. Stesso discorso per Emma Hinze, ferita nell'orgoglio dalla caduta di ieri ma testarda abbastanza per tornare in pista e mettere la ruota davanti alla rivale (e amica) Lea Friedrich. Assolutamente incontrastato invece il regno di Katie Archibald, che si dimostra troppo superiore nell’endurance femminile, mentre da cuore in gola il successo di Gavin Hoover, nuovo re nell’endurance maschile. Ecco tutte le graduatorie e la posizione finale degli italiani.
Tutte le novità della Champions | La startlist completa | Tutti i premi in denaro
UCI Champions League
Quanto si guadagna a vincere la Champions League?
06/11/2021 A 08:58

La classifica generale dell'Endurance maschile

Che roba il finale dell'Endurance! Gavin Hoover ha sfruttato il declassamento di Sebastian Mora nell'eliminazione e si è preso lo scettro della classifica all'ultimo respiro, completando una rimonta spaziale. Meno su di giri invece il clima in casa di Michele Scartezzini, che ha terminato la competizione al 9° posto e con tanto amaro in bocca. L’italiano ha sbagliato i rapporti, scegliendoli troppo agili, e dopo un bellissimo 5° nello Scratch ha concluso l’Eliminazione al 12° posto, gettando alle ortiche la possibilità di finire tra i primi 7.

La classifica

Pistard Punti
1. Gavin Hoover 107
2. Sebastián Mora 102
3. Corbin Strong93
4. Iúri Leitão84
5. Aaron Gate84
6. Kelland O'Brien 74
7. Rhys Britton 74
8. Roy Eefting71
9. Michele Scartezzini62
10. Alan Banaszek56

Scartezzini eliminato troppo presto: solo 12° e 9° nella generale

La classifica generale dell'Endurance femminile

Siccome Katie Archibald è fin noiosa da tanto è forte - guardate il distacco in classifica e capite da soli come il rendimento di questa ragazza non abbia il minimo senso - sotto la lente d'ingrandimento mettiamo solo Silvia Zanardi. La piacentina aveva una buonissima chance per rientrare tra le prime sette della generale nella tappa di Londra 2, ma il 13° posto nello Scratch (vera bestia nera per lei) e il 9° nell’Eliminazione non l’hanno aiutata. Sicuramente sono mancate le gambe, oltre ad un feeling difficile da trovare con le gare più corte, ma nelle nostre valutazioni non dobbiamo mai dimenticare l'anno di nascita dell'atleta in forza al team BePink: il 2000. Il 9° posto complessivo non rende onore al suo talento, ma siamo sicuri che lavorerà per migliorare.

La classifica

PistardPunti
1. Katie Archibald 145
2. Kirsten Wild100
3. Annette Edmondson 97
4. Maggie Coles-Lyster 94
5. Yumi Kajihara81
6. Anita Yvonne Stenberg 75
7. Olivija Baleisyte 74
8. Maria Martins 68
9. Silvia Zanardi61
10. Emily Kay52

Archibald 2a e classifica ipotecata: vince Kajihara, Zanardi 13a

La classifica generale della Velocità maschile

Il Re è vivo. Evviva il Re! Per quanto Stefan Botticher ci abbia provato con le sue swattate, Harrie Lavreysen si è dimostrato superiore anche nella seconda tappa di Londra. L'olandese, dopo aver chiuso il Keirin alle spalle del rivale tedesco, ha vinto l'ennesima Sprint della sua carriera, completando la trasformazione da Principe a Re e concludendo in bellezza l’opera iniziata in quel di Maiorca. Con 147 punti è stato il top scorer dell'intera manifestazione. Un fenomeno generazionale.

La classifica

PistardPunti
1. Harrie Lavreysen147
2. Stefan Bötticher133
3. Mikhail Iakovlev72
4. Vailijus Lendel 72
5. Jair Tjon En Fa71
6. Nicholas Paul 71
7. Kevin Quintero Chavarro62
8. Rayan Helal 60
9. Denis Dmitriev 48
10. Jai Angsuthaswit47

Kuboki a terra: Lavreysen scioccato dopo la botta in pista

La classifica generale della Velocità femminile

Dopo il crash di venerdì sera - e il recupero molto breve tra un evento e l’altro - forse qualcuno nutriva dei dubbi sulle possibilità di vincere di Emma Hinze, ma la 24enne tedesca ci ha messo pochissimo a diradare ogni cattivo presagio. La nativa Hildesheim, anche nella serata di Londra 2, ha messo subito le cose in chiaro vincendo d’autorità la prova Sprint, e poco dopo ha controllato ogni velleità di Lea Friedrich nello Scratch portando a casa il premio più ambito. Non sulla stessa linea d’onda ma altrettanto soddisfatta anche Miriam Vece: la lombarda non ha raggiunto finali nell'ultima serata, ma è riuscita a confermare la top10. Un bell’esordio.

La classifica

PistardPunti
1. Emma Hinze128
2. Lea Sophie Friedrich118
3. Kelsey Mitchell102
4. Martha Bayona Pineda86
5. Olena Starikova 84
6. Mathilde Gros 67
7. Simona Krupeckaite60
8. Yana Tyschenko 60
9. Lauriane Genest53
10. Miriam Vece52

Volata a 2 o a 3, vince sempre la Hinze: rivivi il duello con Shmeleva

...

Dove e come guardare la Track Champions League

Tutte le prove di Track Champions League di ciclismo su pista saranno trasmesse in diretta in live-streaming su Eurosport Player (anche su TIMVISION) e su Discovery+, il nuovo servizio ott di Discovery con tutto il meglio dell’intrattenimento e della programmazione sportiva di Eurosport. Potrete seguire le gare anche in diretta su Eurosport 1 (canale 210 di Sky, disponibile anche su DAZN). Tutte le prove saranno poi disponibili On Demand su Eurosport Player e Discovery+.

SPORT EXPLAINER: Ciclismo su pista

UCI Champions League
Volate, classifiche, maglie: guida e novità della Champions League
06/11/2021 A 08:01
UCI Champions League
Wild, miss 9 volte sul tetto del mondo: con la Champions dice addio
05/11/2021 A 17:43