Esultano Gianni Savio e tutta l’Androni Giocattoli nella terza tappa dell’Adriatica Ionica Race. È nato un nuovo fenomeno? Difficile dirlo ora, ma Ivan Sosa sembra essere pronto a fare il salto di qualità definitivo, nonostante i soli 20 anni. Il colombiano ha agguantato la più importante vittoria da professionista, imponendosi con gran classe in solitaria nella terza frazione della corsa a tappe del Nord Italia, che prevedeva l’arrivo in vetta al Passo Giau: per lui anche la maglia di leader della generale.
Cinque uomini hanno provato ad andare in fuga sin dalle prime fasi di gara: Pedretti (Biesse Carrara Gavardo), Di Sante (Sangemini KVis), Gerts (Roompot), Logica (Biesse Carrara Gavardo) e Narvaez (QuickStep Floors). Il gruppo, guidato dalla UAE Emirates, non ha lasciato però troppo spazio: sul Passo Rolle sono rimasti davanti Arashiro (Bahrain Merida), Gerts (Roompot), Felline (Trek Segafredo), Frapporti (Androni Giocattoli), Canola (Nippo Vini Fantini), Narvaez (QuickStep Floors) e Gazzara (Sangemini K-Vis).
Il gruppo comunque si è portato sui fuggitivi sull’ascesa finale, il mitico Passo Giau, con il lavoro della Bardiani. Sono rimasti Ciccone, Carboni, Ravasi, Sosa e Arslanov al comando: appena ha preso l’iniziativa Ivan Ramiro Sosa, il gruppetto di testa si è sfaldato ed il colombiano dell’Androni Giocattoli è riuscito ad andare via in solitaria. L’unico a resistere è stato Giulio Ciccone che però sul finale ha alzato bandiera bianca, chiudendo secondo a 37” di ritardo. Terza piazza per Ben Hermans, mentre quarto è un ottimo Edward Ravasi dell’UAE Emirates che si issa al 2° posto della generale.
Ciclismo
Team Sky risponde a Bernard Hinault: "Sbaglia a parlare: Chris Froome può correre, mai positivo"
21/06/2018 A 16:02
Tour de France
Hinault contro Froome: "Se sarà alla partenza del Tour, i corridori dovrebbero scioperare"
20/06/2018 A 16:54
Vuelta di Spagna
La classifica generale: vince Roglic, Mas 2° a 5 minuti
29/08/2021 A 15:40