La vittoria sullo Zoncolan all'ultimo Giro d'Italia non poteva essere l'unico sigillo di Lorenzo Fortunato. Il nuovo prospetto del ciclismo italiano, lanciato da Contador con la sua Eolo Kometa, trova un altro successo d'autore all'Adriatica Ionica Race. Non per aver sbaragliato chissà quale concorrenza, ma per una capacità di gestione sull'ultima salita da corridore di grande esperienza. Fortunato non risponde ai primi attacchi di Kudus, leader dell'Astana, partito da lontanissimo, va su del suo passo prima di rientrare sulla coppia della squadra kazaka (Kudus e Pronskiy). Ci sono anche Carboni e i suoi, ma negli ultimi 3 km è proprio Fortunato ad averne di più e ad arrivare lassù in cima, sfruttando la sua maggiore costanza. Kudus si mangia le mani, forse il suo motore era più rifornito, ma la condotta di corsa dell'Astana ha lasciato a desiderare e si sono dovuti accontentare di 2° e 3° posto. Al 4° si piazza invece Giovanni Carboni. Al 10° posto, beh, un grande Davide Rebellin che centra la sua prima top 10 stagionale. Ad agosto compierà 50 anni e non vuole perdersi l'occasione di centrare almeno una vittoria. Questa era la tappa regina, ma la frazione di da Ferrara a Comacchio sarà comunque impegnativa a causa di 6 settori di sterrato. Tappa che potrà fare i danni in classifica generale, un po' come quelli che fece quella di Montalcino al Giro.

Il colpo di Lorenzo Fortunato: la rimonta sul Cima Grappa

L'ordine d'arrivo

Giro d'Italia
Da Nizzolo a Fortunato: i 5 scatti da ricordare della 2ª settimana
25/05/2021 A 17:59
CorridoreTempo
1. Lorenzo Fortunato3h58'38''
2. Merhawi Kudus+1''
3. Vadim Pronskiy+3''
4. Giovanni Carboni+7''
5. Filippo Zana+35''
6. Alessandro Monaco+40''
7. Luca Covili+1'07''
8. Eduardo Sepúlveda+1'19''
9. Andrea Garosio+1'27''
10. Davide Rebellin+1'32''

Cronaca

Parte ben presto la fuga di giornata, con l'attacco di Mattia Bais (Androni Giocattoli Sidermec), Rastelli (Colpack Ballan), Debiasi (CT Friuli), Tosin (General Store), Zandri (Work Service) e Verza (Zalf Euromobil). I 6 non vanno oltre i 4 minuti di vantaggio sul gruppo guidato dalla Gazprom-Rusvelo di Velasco e, soprattutto, dall'Astana di Kudus. Al primo GPM di Combai, il vantaggio dei battistrada scende a 2'30'', e ancora prima dell'ultima salita di giornata il plotone riuscirà a rientrare. La Gazprom-Rusvelo ci crede e aumenta il ritmo sulle prime rampe del Cima Grappa, ma i piani della formazione russa vengono stravolti dall'attacco di Kudus, caduto qualche km prima. Al suo inseguimento Carboni e Zana, marcati a vista da Pronskiy.

Che botta in salita! Muñoz butta giù Kudus sul Monte Grappa

A 5 km dal traguardo le pendenze si fanno più dure. Zana molla e in testa restano solo 3 corridori: Kudus, Pronskiy e Carboni, con il duo dell'Astana che cerca di sfruttare la superiorità numerica. I tre però si guardano troppo e da dietro spuntano Lorenzo Fortunato della Eolo Kometa e ancora una volta Filippo Zana, con i compagni di squadra Monaco e Covili. A questo punto parte da solo Pronskiy, inseguito da Fortunato. Il corridore dell'Astana vanta 10'' di vantaggio entrato nell'ultimo km, ma è un ultimo km che dura un'eternità e Pronskiy subisce il sorpasso del compagno di squadra Kudus. Da dietro ci riprova anche Fortunato, che diventa così il suo avversario. Fortunato sarà bravo però a gestire le forze e a tenere sulla rimonta tentata dall'eritreo che si piazzerà appena dietro. Pronskiy chiude invece 3° davanti a Carboni e Zana. Con il successo odierno, Fortunato diventa anche leader della corsa con 5'' di vantaggio su Kudus.

Fortunato fa l'impresa! Trionfo sullo Zoncolan, rivivi l'arrivo

La classifica generale

CorridoreTempo
1. Lorenzo Fortunato8h00'30''
2. Merhawi Kudus+5''
3. Vadim Pronskiy+9''
4. Giovanni Carboni+17''
5. Filippo Zana+45''

Ma cosa fai? Un "tifoso" quasi travolge Fortunato durante lo Zoncolan

Giro d'Italia
Fortunato, l'ex bomber che Contador sogna di portare al successo
22/05/2021 A 20:52
Giro d'Italia
Bernal spazza tutti sullo Zoncolan! Vince un eroico Fortunato
22/05/2021 A 15:06