Diego Ulissi riprenderà progressivamente l’attività agonistica. Come riportato in un comunicato stampa dell’UAE Team Emirates, la biopsia cardiaca effettuata il 21 gennaio all’Ospedale Riuniti di Ancona, ha escluso cardiomiopatie congenite e confermato una miocardite non recente, di origine verosimilmente virale, il cui agente eziologico non è stato individuato. Referto che, assieme all’assenza di aritmie rischiose per l’atleta durante l’accurato studio elettrofisiologico, permette di rilasciare il nulla osta alla progressiva ripresa degli allenamenti. Seguirà in ogni caso un periodo di monitoraggio periodico prima di confermare il definitivo ritorno alle gare.
Ad Ulissi era stato ordinato di lasciare per alcuni mesi in stand-by gli allenamenti e ovviamente le competizioni, nel momento in cui gli era stata diagnosticata una miocardite, ossia un’infiammazione del muscolo cardiaco, dopo che i test pre-stagionali effettuati nel mese di dicembre, avevano rilevato un battito cardiaco irregolare. Lo scorso mese il toscano ha trascorso alcuni giorni all’Ospedale di Ancona, dove è stato sottoposto ad una biopsia cardiaca, uno studio e analisi elettrofisiologiche, sotto la supervisione del professor Antonio Dello Russo.
Vuelta di Spagna
Finalmente Mikel Landa! "Ci sarò alla Vuelta ma..."
3 ORE FA
Il 31enne è reduce da un 2020 decisamente esaltante, in cui è riuscito a conquistare due tappe al Giro d’Italia tra Agrigento e Monselice, oltre alla classifica generale al Giro del Lussemburgo. Tra l’altro la scorsa estate, ha prolungato il suo contratto con l’UAE Team Emirates fino alla fine della stagione 2023.

Matxin Fernandez, ds Ulissi: "Orgoglioso di questo gruppo e della UAE"

Clásica San Sebastián
Torna Bernal: sarà a San Sebastián dopo 62 giorni di stop
4 ORE FA
Tour de l'Ain
Le volate le vince sempre la Quick Step: trionfa Hodeg
10 ORE FA