La Vini Zabù, tramite un comunicato sul suo sito ufficiale, ha fatto sapere di aver sospeso Matteo De Bonis, il corridore del sodalizio guidato da Scinto e Citracca che è risultato positivo all’EPO. Il team facente parte della categoria professional, inoltre, ha comunicato che chiederà i danni a De Bonis per aver infangato il buon nome e l’immagine della Vini-Zabù. La positività di De Bonis, infatti, sta portando non pochi problemi alla Vini Zabù. Il team guidato da Angelo Citracca e Luca Scinto rischia una sospensione da parte dell’UCI che le costerebbe la partecipazione al Giro d’Italia. Inoltre, il Nas, ieri, ha perquisito la sede della squadra e ben venticinque membri del sodalizio.
Gli stessi Scinto e Citracca, peraltro, sono al momento indagati dal Nas proprio come De Bonis. Il corridore, dal canto suo, stante quanto riportato sul comunicato sopraccitato, ha chiesto di incontrare i vertici della squadra, che lo hanno convocato nella loro sede, in compagnia del padre. Quella di De Bonis è la seconda positività riscontrata tra le file dei della Vini Zabù nel corso degli ultimi mesi. A ottobre del 2020, infatti, era stato pizzicato dall’antidoping anche Matteo Spreafico, il quale non aveva superato due controlli allo scorso Giro d’Italia.
Europei di ciclismo
Dietrofront Italia: Filippo Ganna farà la cronometro agli Europei
3 ORE FA

Da dove passa il Giro d'Italia 2021? Ecco città e regioni

Vuelta di Spagna
Niente Vuelta per Egan Bernal: torna al Giro di Danimarca
4 ORE FA
Vuelta di Spagna
Roglic torna dopo la frattura alle vertebre: ci sarà e tenterà il poker
5 ORE FA