Una settimana dopo la paura, Elia Viviani è tornato a sorridere. Circa 7 giorni fa, il velocista veneto, spaventato da un'aritmia cardiaca da 220 battiti per una ventina di secondi, si è dovuto sottoporre ad un intervento di ablazione all’atrio destro del cuore. Proprio ieri (mercoledì), ha ricevuto una bella notizia.

"È andato tutto bene. Le arterie femorali, dove erano entrate le sonde nell’intervento di una settimana fa, si sono ricucite bene e questa era la cosa più importante. Poi il battito era regolare e anche i liquidi erano a posto. A questo punto, dovrei tornare a pedalare mercoledì 3 febbraio con passeggiate di un’ora. Mi sono messo completamente nelle mani dei medici e mi fido ciecamente, tanto è vero che sto seguendo alla lettera, e continuerò a farlo, le loro indicazioni. Andrò dal dottor Corsetti per un ulteriore controllo venerdì 5 o sabato 6 febbraio. Devo anche passare dal mio fisioterapista perché sono fermo da quasi 10 giorni e il tono muscolare è sceso".

Ciclismo
Viviani, un'ablazione risolve il problema al cuore
21/01/2021 A 11:18

Uae Tour e poi Tirreno-Adriatico

Viviani ha fissato i primi appuntamenti per un 2021 che dev'essere radicalmente opposto rispetto al 2020, chiuso con 0 vittorie in maglia Cofidis. "Ho parlato con la squadra e abbiamo deciso che vado comunque all’Uae Tour che comincia il 21 febbraio. Logicamente non sarò al meglio, non ci arriverò come avrei voluto, ma quei chilometri mi saranno utili per arrivare al top alla Tirreno-Adriatico che a questo punto diventa l’obiettivo numero 1 della prima parte di stagione. Non c’è tempo da perdere"

Elia Viviani pedala verso Tokyo: l'azzurro si allena nella galleria del vento

Ciclismo
Elia Viviani torna ad allenarsi dopo l'operazione al cuore
08/02/2021 A 22:09
Ciclismo
Anomalie cardiache per Viviani: accertamenti in corso
20/01/2021 A 12:03