Lui, prima della pandemia che ha bloccato tutto lo sport internazionale, era riuscito a far gioire il pubblico italiano: era stato devastante ai Mondiali di ciclismo su pista di Berlino Filippo Ganna che sembrava lanciato verso le Olimpiadi al top. Purtroppo però il rinvio dei Giochi e gli obiettivi che sono stati modificati in corso d’opera: ora si potrà concentrare sulla strada.

Ancora in dubbio la programmazione, come dichiarato a Tuttosport: "Potrei ripartire dalla Vuelta a Burgos, ma decideremo con la squadra quando il calendario sarà definitivo". Di sicuro però c’è la presenza al Giro d’Italia, che partirà da Palermo con una cronometro: "Rinviati i Giochi, il Giro è uno dei principali traguardi della mia stagione. Alla Maglia Rosa ci penso, però credo sia nella testa di tutti quelli che prendono il via del Giro". Un rivale su tutti, Remco Evenepoel: "Ciclisti come lui sono rari, ce n’è uno su un milione".

Giro d'Italia
Nibali, Froome, Bernal, Sagan, Viviani: chi va al Giro d'Italia 2020? La startlist provvisoria
3 ORE FA

Occhi puntati in ogni caso su Tokyo 2021: "Il rinvio un bel rimpianto, ma può giocare a nostro favore. Abbiamo margini di miglioramento nel quartetto. Possiamo lavorare ulteriormente sui materiali. Tante piccole cose che possono fare la differenza tra un bronzo e un oro".

Ganna: "L'obiettivo è vincere il Mondiale a crono. Evenepoel? Che gioco sarebbe senza rivali?"

BinckBank Tour
BinckBank Tour: caduta per Vanspeybrouck e Suter
7 ORE FA
Ciclismo
Trek-Sagafredo: Simmons sospeso per un tweet razzista
9 ORE FA