Gli allenamenti in quota. Sono una modalità di allenamento svolta soprattutto dai big, che vogliono ottenere prestazioni più importanti in altitudine e favorire l'ossigenazione del sangue prima di grandi sforzi. Vincenzo Nibali è uno che spesso va ad allenarsi in quota prima di un Grande Giro per poi essere performante a certe altitudini. Richard Carapaz, l'ecuadoriano della Ineos Grenadiers, ha però portato questo tipo di allenamento all'estremo. Il vincitore del Giro d'Italia 2019, infatti, ha scalato il vulcano Cotopaxi, arrivando a quota 4800 metri.
Un'altezza pazzesca, non paragonabile alle vette più alte dei Grandi Giri europei (Carapaz farà sicuramente il Tour de France come annunciato dalla Ineos Grenadiers). Ma questa è stata la strategia invernale del corridore classe '93 che vuole vincere qualcosa di importante in questo 2021, dopo il 2° posto alla Vuelta della passata stagione. Ce la farà?
Vuelta di Spagna
Il 14 agosto comincia la Vuelta: come seguirla in tv e livestreaming
11/02/2021 A 14:55

Fair play tra Roglic e Carapaz: stretta di mano dopo la battaglia

Vuelta di Spagna
Roglic: "Ho ancora delle corse da vincere"; Carapaz: "Nel 2021 ci riprovo"
08/11/2020 A 21:03
Vuelta di Spagna
Carapaz fa i complimenti a Roglic: "Movistar? Ognuno fa la sua corsa"
07/11/2020 A 23:47