Il vincitore del Giro delle Fiandre 2021, il danese Kasper Asgreen, ha prolungato il suo contratto con la Deceuninck-Quick Step fino al 2024. Ad annunciarlo è stato proprio il sodalizio di Patrick Lefevere tramite il suo sito ufficiale. Asgreen era sbarcato nel team belga ad aprile del 2018, dopo aver iniziato l’annata in questione con il Team Waoo, poiché la Deceuninck aveva bisogno di un corridore che sostituisse il ceco Petr Vakoc che, al tempo, si era gravemente infortunato.

Battuto van der Poel: rivivi l'impresa di Asgreen

Il sodalizio tra Asgreen e Deceuninck-Quick Step si è dimostrato, molto presto, ben più redditizio di ciò che si pensava. Il danese, infatti, già nel 2019 aveva ottenuto grandissimi risultati come un secondo posto al Giro delle Fiandre, un terzo nella graduatoria generale del Tour of California e un’altra piazza d’onore nella diciassettesima frazione del Tour de France di quell’annata, la quale fu vinta da Matteo Trentin.
Giro d'Italia
Viviani: "Nel 2022 sarebbe bello conquistare la maglia ciclamino"
12 ORE FA
Queste le parole con cui Kasper Asgreen ha commentato il suo rinnovo: “Rimanere qui era una scelta scontata per me. Questo è il team più forte al mondo e sognavo di vestire questa casacca già da dilettante. Rinnovare ora mi motiva per fare ancora meglio nei prossimi mesi. Ricordo come se fosse ieri il mio debutto allo Scheldeprijs 2018: dovevo ritirarmi dopo il rifornimento, ma mi sentivo bene e lavorai per i miei compagni fino alla fine. Tutti, all’interno del team, erano contenti del mio lavoro e quello significò molto per me. Ora il mio obiettivo è vincere altre classiche, conquistare qualche tappa nei grandi giri e provare a fare qualche buon risultato anche ai Mondiali“.

Asgreen: "L'unico modo per vincere era partire da solo"

Queste, invece, le parole del CEO della Deceuninck-Quick Step Patrick Lefevere: “Siamo molto contenti che Asgreen abbia rinnovato fino al 2024. E’ un grande corridore e un grande lavoratore. Ha sempre tenuto i piedi per terra, pur coltivando una grande ambizione, e negli ultimi tre anni è migliorato moltissimo. E’ cresciuto stagione dopo stagione fino a riuscire a vincere il Giro delle Fiandre e crediamo fermamente che abbia ancora margini di miglioramento“.

E dire che Asgreen era anche caduto. Che rimonta pazzesca

Ciclismo
Chiesti due anni di carcere per Bernard Sainz
IERI A 21:41
Ciclismo
Come Froome ha valorizzato il 2021 della Israel Start Up Nation
25/11/2021 A 15:52