Il primo successo in carriera non si scorda mai. E se vince la cronometro dei campionati nazionali, battendo il campione del mondo Filippo Ganna diventa tutto indimenticabile. Matteo Sobrero non ci crede, ma vuole mantenere i piedi per terra dopo la vittoria di Faenza che lo ha visto sfilare la maglia tricolore al cognato (Sobrero è il compagno della sorella di Ganna). Un po' meno soddisfatto Edoardo Affini che ha chiuso per l'ennesima volta 2°, ma il corridore della Jumbo Visma prova a prenderla con filosofia.

Crono pesantissima

Faccio fatica a realizzare. Un risultato importantissimo. Una cronometro di un'ora è pesante sia fisicamente che mentalmente. Sapevo di poter perdere nella prima parte pianeggiante, così lì non mi sono dannato l'anima e ho spinto a tutta nella parte con gli strappi dove sapevo di poter recuperare. L'ultima salita è stata la parte più complicata da gestire, perché ero al limite. Poi nella parte finale pianeggiante c'era il rischio di scialacquare il vantaggio, così ho dato il tutto per tutto tirando il 58x11 o 12. Le gambe per fortuna mi hanno accompagnato fino alla fine, solo negli ultimi 2-3 km ero in apnea. [Matteo Sobrero dopo la crono di Faenza]
Ciclismo
Ganna: "Percorso olimpico sarà simile, non cerco scuse"
18/06/2021 A 20:14

Ganna resta il campione del mondo

Pensavo che Pippo fosse imbattibile e glielo avevo anche detto che secondo me correvo al massimo per il 2° posto. Il percorso era un po' più adatto a me, lui forse è un po' più indietro di condizione perché ha comunque degli obiettivi importanti più avanti, e poi il caldo penso lo abbia condizionato negativamente. Rimane comunque il campione del mondo a cronometro

Uno dei migliori? Penso ad andare al mare...

Non so se ora sono uno dei migliori cronoman in circolazione. Non ci voglio pensare per ora. Adesso testa sulla prova in linea e poi me ne andrò al mare un po' di giorni

Pazzesco! Sobrero bloccato da un'ammiraglia e lui la prende a pugni

Edoardo Affini

Quest'anno sono sicuramente migliorato molto. Si parte sempre per vincere, sapevo che il percorso era impegnativo, soprattutto per un corridore della mia stazza. Con 20 kg in meno me la sarei giocata forse meglio, però c'è poco da fare, per quanto abbia fatto una buona prova, Sobrero è stato più forte. Gli ultimi 9 km li ho fatti a 60 km/h , ho cercato di recuperare il più possibile, con 10 watt in più scoppiavo. Probabilmente Sobrero aveva guadagnato veramente tanto sull'ultimo strappo. Complimenti a lui, grande prestazione. Ma non mi sorprende. Al primo anno da pro ho fatto quarto, l'anno scorso terzo, quest'anno secondo, il prossimo... Chissà

Affini, che prova! Suo il miglior tempo in attesa di Ganna

Ciclismo
Sobrero campione italiano a crono: Ganna giù dal podio
18/06/2021 A 18:08
Ciclismo
Evenepoel beffato dal compagno di squadra: niente vittoria a crono
16/06/2021 A 18:35