Altro colpo da 90 della Deceuninck Quick Step che, dopo aver rinnovato il contratto a Remco Evenepoel, mette nero su bianco anche il rinnovo di Julian Alaphilippe. Il campione del mondo in carica sembrava lontano dal restare nel team belga visto l'aumento d'ingaggio a cui ambiva, ma alla fine ha deciso di rimanere in Quick Step là dove corre ormai da 8 stagioni. Alaphilippe resterà dunque fino al 2024 e viene respinto l'assalto dell'AG2R Citroën.

Le parole di Alaphilippe

Ciclismo
Evenepoel rinnova con la Quick Step per 5 anni. E Alaphilippe?
06/04/2021 A 20:33
Sono molto felice di prolungare il mio contratto con la squadra. Era la cosa più logica da fare e in nessun momento ho pensato ad una soluzione diversa. Non vedo l'ora di continuare con questa famiglia e voglio dire grazie a Patrick Lefevere e agli sponsor per la fiducia che hanno mostrato in questi otto anni e che continuano a dimostrare nei miei confronti. È incredibile pensare a ciò che abbiamo ottenuto insieme e a tutti i bei ricordi che abbiamo. Siamo il Wolfpack e corriamo per vincere. È la nostra mentalità, è uno dei nostri punti di forza. Andiamo tutti nella stessa direzione, e questo è uno dei motivi per cui mi trovo bene qui e lavoro con immenso piacere. Non vedo l'ora di ottenere altri grandi risultati con la Deceuninck-Quick Step in questa stagione e nei prossimi anni. [Le parole di Alaphilippe]

Julian Alaphilippe vince la 2a tappa della Tirreno-Adriatico

C'è ovviamente tanto orgoglio nelle parole di Lefevere

È una notizia favolosa che Julian abbia accettato di rimanere con noi per altri tre anni. È entrato a far parte della squadra quando era un 20enne dalla 'faccia fresca', sapevamo che aveva talento e capacità, ma averlo visto crescere in questi anni ci rende molto orgogliosi. Ha ottenuto così tanto nel tempo che è difficile elencare tutti i suoi successi, ma forse i momenti più iconici sono le bellissime maglie che ha conquistato. Ha davvero attirato l'attenzione del pubblico quando ha vinto la maglia di miglior scalatore al Tour de France 2018, e poi portare la maglia gialla per così tanto tempo nel 2019 e averla di nuovo nel 2020. È stata un po’ una favola. Lo scorso settembre, con la sua indimenticabile vittoria in solitaria a Imola, ha preso la maglia iridata del campione del mondo, un momento molto emozionante per tutti noi. Lo abbiamo visto crescere come corridore, ha la personalità di un leader, ma anche di un fantastico compagno di squadra. [Le parole di Patrick Lefevere]

Alaphilippe in solitaria: è lui il nuovo Campione del mondo

Giro d'Italia
Nibali, Froome, Pogacar: Giro o Tour? Cosa fanno i big?
18/02/2021 A 16:42
Ciclismo
Ciclismo in diretta: calendario e risultati del World Tour 2021
05/02/2021 A 17:58