Tadej Pogacar ha appena 22 anni, ma ha già in bacheca un Tour de France e una Liegi-Bastogne-Liegi e si appresta ad essere il volto del ciclismo mondiale per il prossimo decennio. Un campione arrivato dalla Slovenia, che insieme al connazionale Primoz Roglic ha reso questa piccola Nazione una superpotenza delle corse a tappe. Ma il classe '98 ha dimostrato di voler già guardare al futuro del movimento ciclistico del suo Paese e dall'inizio del 2021 ha cominciato a finanziare e collaborare con la KD Rog, la squadra dove è cresciuto.
È nato così il Pogi Team, la formazione giovanile della società, che comprende i ragazzi più giovani e gli juniores. Non un impegno banale, che Pogacar ha preso sul serio: in questi giorni l'atleta della UAE Emirates è riuscito a recarsi a Komenda per fare visita ai giovani atleti del team, che hanno potuto trascorrere del tempo prezioso con il fenomeno sloveno.
Giro d'Italia
Favoriti della 5a tappa: Viviani e Nizzolo pronti allo sprint
8 ORE FA

Alaphilippe ancora ko in volata: rivivi la vittoria di Pogacar

Giro d'Italia
Ganna+De Marchi: 4 maglie rosa italiane, non accadeva dal 2007
9 ORE FA
Giro d'Italia
Crolla Almeida, Bernal c'è. De Marchi in rosa: gli highlights
10 ORE FA