A un'azione deprecabile ne è seguita una anche peggiore. Domenica 28 marzo, Elia Viviani torna al successo nella Cholet-Pays de la Loire e nella stessa volata Nacer Bouhanni spinge con una grave scorrettezza il britannico Jake Stewart contro le transenne, provocando la rottura della mano al rivale. La squalifica, doverosa, è immediata e come spesso accade i social network tirano fuori il peggio delle persone. Attacchi razzisti bersagliano il corridore francese - di origini algerine - della Arkea Samsic. Una pioggia di veleno inaccettabile. Bouhanni ha utilizzato i suoi profili per rispondere a tono, oltre a un'intervista a L'Equipe in cui minaccia di denunciare gli autori dei messaggi. E a sostegno del corridore, è arrivata anche l'Uione Ciclistica Internazionale.
"L’Uci si augura che siano condannati fermamente gli attacchi razzisti apparsi sui social media, a seguito della squalifica di Nacer Bouhanni per condotta scorretta nella volata della Cholet Pays de Loire. Sebbene sia stato grave l’errore del corridore francese, che ha costretto l’Uci a chiamare in causa la Commissione Disciplinare, nulla giustifica gli insulti di cui è stato soggetto Bouhanni nei giorni seguenti. L'UCI ribadisce il suo impegno incondizionato nella lotta contro tutte le forme di discriminazione, qualunque sia la ragione che le provoca. La nostra Federazione, attraverso la sua Costituzione, il suo Codice Etico e i suoi vari programmi, sostiene e promuove i principi di inclusione e rispetto per gli altri".
Giro dei Paesi Baschi
Roglic: "Ho fatto il kamikaze. Vingegaard sono fiero di te"
UN' ORA FA
Prima dell'UCI, erano arrivate le parole di solidarietà anche da parte dello stesso Stewart: "Nonostante la nostra recente divergenza di opinioni voglio essere chiaro: sono dalla parte di Nacer Bouhanni. Possiamo essere d’accordo o no su molti argomenti, ma una cosa che non dovrebbe essere mai messa in discussione è il no al razzismo. I commenti razzisti rivolti a Nacer sono assolutamente deplorevoli. Non c’è posto per il razzismo in questo mondo. Ai cosiddetti "fan” del ciclismo che hanno fatto questi commenti dico una sola cosa: qui non siete i benvenuti".

Bouhanni cade e s'infuria con il compagno di squadra

Giro dei Paesi Baschi
Roglic mai visto così: pugnetto d'intesa con Gaudu
UN' ORA FA
Giro dei Paesi Baschi
L'ultimo scatto: Gaudu se ne va, Roglic lo riprende
UN' ORA FA