Il recupero di Remco Evenepoel dall’infortunio patito allo scorso Giro di Lombardia, quando fu vittima di una bruttissima caduta, non procede spedito come si sperava. Stante quanto dichiarato dal suo team manager Patrick Lefevere e riportato da Cyclism’actu, infatti, l’enfant prodige fiammingo dovrà aspettare altre tre settimane prima di riprendere in mano la bici dato che sente ancora dei dolori abbastanza forti alla schiena.
Non sembra più essere sicura, dunque, la sua presenza al Giro d’Italia 2020. Siamo a gennaio e, chiaramente, nulla è ancora perduto, ma molto dipenderà dalla velocità con cui il belga riuscirà a recuperare e a ritrovare lo stato di forma dei giorni migliori. La Deceuninck-Quick Step, al momento, non vuole accelerare la ripresa del corridore con il rischio che questo comporti delle ricadute che finiranno per complicare ulteriormente la situazione.
Mondiali
Alaphilippe II, re del Mondo: LouLou è il ciclismo
2 ORE FA
Lo staff del team belga ci tiene a far sapere che non sarà un mese ai box in più a compromettere la carriera di Evenepoel. Lefevere, inoltre, ha anche dichiarato che ci sono dei piani b nel caso il corridore non dovesse raggiungere il top della condizione a maggio. Remco potrebbe partecipare al Giro senza fare classifica oppure virare sulla Vuelta.

Remco Evenepoel, la caduta è terribile: salto mortale e volo giù dal dirupo

Ciclismo
Ullrich: "Ero nello stesso stato di Pantani…quasi morto"
4 ORE FA
Parigi - Roubaix
Parigi-Roubaix 2021: il percorso e dove vederla in tv
4 ORE FA