Vittoria numero 129 per l’instancabile e maestoso Alejandro Valverde, vincitore d’esperienza della sesta tappa del Giro del Delfinato 2021. In un finale perfetto per lui, la sua Movistar ha ben controllato la sete di vittoria della Ineos Grenadiers, beffandola sul più bello, e rimontando lo scatto repentino della maglia rosa del Giro 2020 Tao Geoghegan Hart, con una vera stoccata alla Valverde. Terzo Patrick Konrad (Bora-hansgrohe). Dopo la giornata no di Lukas Pöstlberger (BORA – hansgrohe), il nuovo leader della corsa è Alexey Lutsenko (Astana-Premier Tech). In ripresa Fabio Aru (Qhubeka Assos), primo degli azzurri, a soli 25″ da Valverde. Al momento il sardo è 24° in classifica con un ritardo di 1’59” dalla maglia gialla.
Ad animare la fuga del giorni ci hanno pensato Greg van Avermaet (AG2R Citroen Team), Franck Bonnamour (B&B Hotels), Jan Bakelants (Intermarché Wanty Gobert), Omer Goldstein (Israel Start-Up Nation), Anthony Perez (Cofidis), Lawson Craddock (EF Education Nippo), Olivier Le Gac (Groupama-FDJ), Laurent Pichon (Arkéa Samsic), Julien Bernard (Trek-Segafredo), Barnabas Peak (Team BikeExchange), Sven Erik Bystrom (UAE Team Emirates), Martin Salmono (Team DSM), Josef Cerny (Deceuninck-Quick Step) e Matthew Holmes (Lotto Soudal).
Giro di Sicilia
Valverde esulta, si gira e poi finisce a terra: che botta!
30/09/2021 A 15:21
Il tutto con il gruppo comandato prima dall’Astana-Premier Tech e poi dalla Bora-hansgrohe. In una prima metà di tappa molto tranquilla e senza alcun tipo di difficoltà altimetrica, il gruppo ha concesso spazio ai fuggitivi, per poi rimontarli pian piano lungo i primi due GPM del giorno, in particolar modo il Col de Porte, che non sorridere ai velocisti del gruppo tra cui Sonny Colbrelli (Bahrain Victorius).
A 25 chilometri dal traguardo, Bernard prova un allungo, ma Holmes chiude immediatamente. Il francese della Trek-Segafredo non ci sta, rilancia nuovamente, e alcuni fuggitivi perdono contatto. Dietro anche l’ormai ex leader in maglia gialla Lukas Pöstlberger (BORA – hansgrohe) si stacca. In testa ala corsa Craddock cerca l’allungo, seguito da Perez, Holmes e Bakelants, mentre gli altri fuggitivi del giorno vengono ripresi dal gruppo.
Ripreso Bernard, il transalpino cerca di anticipare assieme a Holmes, ma Craddock riparte e stacca tutti lanciandosi in discesa. I suoi inseguitori vengono ripresi dal gruppo in rimonta e guidato dalla Movistar. Dal plotone prova ad allungare Louis Meintjes (Intermarché Wanty Gobert) che salta lo statunitense, mentre prova a scattare anche Miguel Angel Lopez (Movistar), ma la Ineos Grenadiers non ci sta.
Il treno britannico non concede spazio né a Meintjes né a nessun altro. Gruppo compatto, ma comunque ridotto a poche unità, all’ultimo chilometro di gara. A 300 metri dalla fine, Tao Geoghegan Hart (Ineos Grenadiers) prova ad anticipare tutti sullo strappetto conclusivo, cerca di seguirlo Sepp Kuss (Jumbo-Visma), che viene prontamente saltato da un mai domo Alejandro Valverde (Movistar). L’ex campione del mondo si alza sui pedali e chiude il gap con Geoghegan Hart superandolo a 25 metri dalla fine e conquistando di prepotenza questa sesta tappa del Giro del Delfinato 2021.

Valverde immortale, Lutsenko nuovo leader: rivivi lo sprint di "Bala"

Vuelta di Spagna
Frattura alla clavicola destra per Valverde: verrà operato sabato
20/08/2021 A 20:41
Vuelta di Spagna
Requena-Cullera: percorso e favoriti
18/08/2021 A 21:00